Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Sono cresciuto a Płock, poi mi sono trasferito a Varsavia, ma per molto tempo ho pensato di costruire una casa e di trasferirmi fuori città. L'ho proposto a mia moglie molte volte, ma lei ha preferito vivere in città. Ecco perché ho realizzato il mio sogno di casa mia solo quando potevo decidere da solo.
La via di casa
Nel 1997 ho acquistato un terreno ben posizionato a 25 km da Varsavia. L'appezzamento era agricolo e quindi economico, ma il piano di sviluppo territoriale comunale ha consentito la costruzione di nuove abitazioni ad una distanza non superiore a 60 m dagli habitat esistenti. Mi ha dato la garanzia che avrei potuto costruire un edificio sul mio terreno (avevo scelto appositamente la proprietà più vicina ai vecchi edifici rurali).
Un record, tuttavia, alla fine degli anni '90 del secolo scorso, le autorità amministrative a vari livelli non erano aperte ai richiedenti come lo sono ora, quindi mi ci sono voluti tre anni per cambiare lo stato del complotto! Più volte ho presentato domanda per la rimozione dell'agricoltura, sono stato rifiutato, ho presentato ricorso contro la decisione e così via. Il caso era persino basato su un tribunale amministrativo. Non ho raggiunto il mio obiettivo fino al 2000 e in teoria potrei iniziare la costruzione. Purtroppo per finanziarlo ho dovuto prima vendere l'appartamento. Nel frattempo, un grande appartamento su due livelli al terzo piano senza ascensore non ha goduto di particolare interesse da parte dei commercianti.
Quando finalmente sono riuscito a portare a termine la vendita dell'appartamento, era il 2005 e da quel momento sono iniziati i lavori di costruzione. Dovevo fare in fretta perché non avevo un posto dove vivere. Un amico del terreno vicino mi ha dato rifugio, ma non volevo abusare della sua gentilezza per troppo tempo.
A dicembre la casa è stata chiusa nel suo guscio (con porte e finestre e un tetto di tegole con 20 cm di isolamento in lana minerale). I lavori procedevano senza intoppi uno dopo l'altro, perché aspettando così tanto l'inizio della costruzione del mio sogno, ho avuto il tempo di prepararlo. Il programma di costruzione, in ogni dettaglio, è stato a lungo nella mia testa. Ho organizzato altre squadre di professionisti abbastanza presto e ho raccolto i materiali. Poi, vivendo dietro il recinto di costruzione, l'ho supervisionato più volte al giorno, monitorando attentamente lo stato di avanzamento dei lavori.
In inverno sono state posate tutte le installazioni e intonacate le pareti interne (ho deciso di avere una parete in blocchi di cemento cellulare, spessore 27 cm, coibentata con uno strato di polistirolo di 14 cm). In soggiorno ho installato un inserto camino con distribuzione del calore al piano superiore, perché non posso ancora utilizzare il gas naturale. Tuttavia, spero che, insieme ai nostri vicini, saremo presto in grado di connetterci alla rete del gas situata a 250 m dal mio terreno. Pertanto, oltre al camino, ho installato anche l'intero impianto di riscaldamento a gas, collegandolo ad una caldaia che può essere facilmente adattata a varie tipologie di gas. Al piano terra e nel bagno al primo piano ho utilizzato il riscaldamento a pavimento ad acqua, mentre in mansarda - riscaldamento a parete.
Poi ho eseguito tutti i lavori di finitura uno per uno. Mi sono trasferito in casa nell'ottobre 2006.
Cosa sono riuscito
Finora ho risolto il problema del riscaldamento della casa in questo modo: tratto il caminetto come principale fonte di calore, ma a volte riscaldo la casa con il riscaldamento centralizzato, utilizzando gas propano-butano da bombole da 120 litri. Ho calcolato che non sarebbe stato vantaggioso installare un serbatoio di propano-butano più grande (è necessario versare una lastra di cemento sotto di esso), perché lo userò troppo presto. In media, accendo il riscaldamento a gas solo per un'ora e mezza al giorno perché non è economico. Nonostante l'uso molto economico in inverno, pago 600 al mese per loro. Fortunatamente, questa è una soluzione temporanea.
Tuttavia, sono molto soddisfatto del riscaldamento del camino. È economico e riscalda tutta la casa. Il problema più grande era quello di accedere alla camera da letto sopra i tubi del garage che distribuivano il calore dal camino situato esattamente sul lato opposto della casa. Abbiamo dovuto forgiare canali speciali nei muri (compreso il muro portante), ma siamo riusciti a metterli nei posti giusti.
Alzare le pareti del ginocchio in soffitta di 50 cm si è rivelata una buona mossa. Questo rende più confortevoli le stanze al primo piano. Uso anche gli spazi in cima al tetto ripido (c'è una soffitta per le attrezzature meno utilizzate).
Sono contento che, nonostante molte difficoltà, ora vivo nella casa dei miei sogni, che ho costruito senza indebitarsi eccessivamente. L'ho finanziato con il risparmio, l'importo che avevo dalla vendita dell'appartamento e un mutuo (70.000) per le rifiniture e l'arredamento dell'immobile. Spero che la casa mi costringa a riposare nella mia vecchiaia. Dopotutto, falciare l'erba, sgombrare la neve e andare a prendere la legna è un'attività all'aperto.
Pianifica la costruzione di una casa : imposta un calendario di costruzione

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Prima che venga creato il progetto della casa

Se formuliamo correttamente le nostre aspettative per il progetto e siamo aperti ai commenti e ai suggerimenti dell'architetto, abbiamo buone possibilità che la casa sia come ...…