Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

La villa dal giardino
Vista della casa dalla strada
Le vecchie betulle proteggono la terrazza e il tavolo dal sole, creando una piacevole ombra parziale sulle teste delle famiglie
Sala da pranzo. Il legno scuro dei mobili contrasta piacevolmente con le pareti chiare e il pavimento in pietra
I proprietari cercano di evitare soluzioni di sistema tipiche e moderne. Come puoi vedere, i mobili della cucina possono essere sostituiti con successo con le gambe di una vecchia macchina da cucire e un pezzo di piano in legno
Un frammento della zona giorno della casa. Le ampie porte del balcone aprono l'interno sul giardino
Un armadio - un trofeo da un viaggio al mercato delle pulci e un elemento importante dell'arredamento della sala da pranzo
Un pavimento in travertino e una balaustra vicino alle scale realizzate con cura da un fabbro vicino a Rzeszów rendono la sala di casa bellissima
Parte della stanza degli ospiti. La stanza è dominata da un elegante guardaroba di origine svizzera, realizzato da maestri italiani, che è venuto qui direttamente dall'interno del palazzo
Tavolo da cucina - un posto per i pasti di tutti i giorni
Certificato di nascita della casa
Una casa in mattoni, con un seminterrato parziale, con una soffitta
Ingegnere progettista: architetto Jerzy Sajdak
Pow. casa: 200 m2
. Piazzole: 2.150 m2
Residenti: una famiglia con due bambini
A diciannove metri I
nostri ospiti - Nina e Janusz - si sono incontrati durante il secondo anno di studi al concerto di Stanisław Sojka. Ha studiato pedagogia, lui era nel dipartimento di meccanica, energia e aviazione. Le difficili condizioni abitative non hanno impedito la decisione di sposarsi. La loro figlia Ula è nata quando vivevano in un dormitorio.
Terminati gli studi, grazie all'aiuto della famiglia, abitavano nel loro appartamento di 19 mq. Anche se oggi sembra loro divertente, allora si sentivano fortunati. Avere a disposizione non solo un angolo separato, ma anche una cucina nella nicchia e il proprio bagno, era già qualcosa! Dopo quattro anni passati a vivere in un dormitorio e studiare per gli esami durante le passeggiate con una carrozzina nel Parco Łazienki, erano finalmente soli - liberi, indipendenti, con un futuro.
L'appetito cresce mangiando
Come puoi immaginare, la gioia del piccolo studio non durò a lungo, perché la famiglia iniziò a essere infastidita dalla tensione. Così Nina e Janusz hanno organizzato un appartamento, che hanno acquistato nel tempo: il nostro ospite ci ha lavorato in Svezia e in Inghilterra. Il loro nuovo appartamento era di 36 m2 e consisteva in due camere da letto e un bagno. Tuttavia, troppo presto divenne insufficiente per la famiglia. Quando si è scoperto che era in arrivo un secondo figlio, hanno deciso ancora una volta di apportare dei cambiamenti, grazie a una migliore situazione professionale e materiale. Anche prima che il figlio di Kuba apparisse nel mondo, iniziarono le ricerche e presto divennero proprietari di un appartamento di settanta metri quadrati.
"Quando siamo entrati per la prima volta, sembrava quasi un palazzo", ricordano oggi.
Ma la natura umana ci fa abituare rapidamente alle cose buone e iniziamo a cercare qualcosa di ancora migliore quando possibile.
La casa dei sogni: il gran finale
- Presto abbiamo programmato un altro "grande salto" - come oggi i padroni di casa chiamano la decisione di costruire una casa. - L'offerta dell'azienda Dworek Polski ci è piaciuta, quindi abbiamo venduto l'appartamento, preso un prestito e costruito un edificio in legno in stile rurale e nobile su un terreno a Choszczówka.
I nostri ospiti hanno anche iniziato a notare vari difetti della casa padronale in legno e alla fine hanno sentito che la casa a Choszczówka era la fase successiva della vita, non il rifugio finale. Intanto la casalinga, ricca di esperienza di frequenti traslochi, cambia professione e diventa agente immobiliare. Ciò ha reso più facile per lei decidere di costruire un'altra casa che si adattasse meglio ai bisogni e alle aspirazioni della famiglia.
Conoscenza importante
Siamo riusciti a trovare un posto attraente a Białołęka in tempi relativamente brevi, ma il problema era che il terreno in vendita era molto grande. La sua superficie era di ottomila metri quadrati, inoltre era classificata nei documenti come area forestale, non destinata a sviluppo. Il proprietario prebellico, che aveva appena riacquistato la sua proprietà, non era interessato ad organizzare alcuna formalità, voleva solo vendere la terra.
E poi la nuova professione della nostra padrona di casa e la sua notevole esperienza nel settore immobiliare sono state di grande aiuto. In primo luogo, ha rapidamente stabilito che era possibile riclassificare il terreno come "per lo sviluppo". In secondo luogo, ha rapidamente stabilito alcuni amici interessati alla transazione, che si sono fidati dei nostri host e hanno deciso di correre il rischio di investire con loro. È stato concordato che ciascuna delle quattro famiglie avrebbe posseduto circa duemila metri quadrati e avrebbe costruito una casa da parte sua in futuro.
Quando tutto fu deciso e sistemato, e la terra fu "disboscata", i nostri ospiti vendettero un sostituto del maniero - come chiamavano la loro casa - affittarono un appartamento per un anno e iniziarono la costruzione.
Felicità nel maniero della foresta
Mentre sfogliavano varie riviste di costruzione alla ricerca della forma della loro futura casa, gli investitori si sono convinti che dovesse fare riferimento allo stile del maniero polacco.
- Abbiamo deciso che poiché una tale forma ha avuto successo in Polonia negli ultimi centinaia di anni ed è ancora popolare, indica i suoi alti valori pratici ed estetici - dicono. - Eravamo un po 'preoccupati che molte case simili, spesso con architettura scadente, venissero costruite intorno. Avevamo paura che noi, pur tentando di vivere in un edificio elegante con un proprio carattere individuale, saremmo caduti in una trappola simile. Ma ci siamo imbattuti in un progetto dell'architetto Jerzy Sajdak, che, riferendosi allo stile cortese, ha mantenuto la casa semplice, ha curato la sua funzionalità, e allo stesso tempo ha conferito all'insieme una straordinaria bellezza "antiquata".
I proprietari affermano di aver apprezzato la disposizione degli interni della casa e la loro illuminazione. Al piano terra, il posto centrale è occupato da un ampio soggiorno collegato al giardino. Vi si accede dall'atrio preceduto da un vestibolo e una porta a vetri separa l'interno del soggiorno dalla cucina. In fondo c'è anche uno studio e una camera per gli ospiti, che funge quotidianamente da sala TV quando non ci sono ospiti, alleggerendo il soggiorno, che può quindi essere utilizzato per il relax, le riunioni e le conversazioni. Nella mansarda ci sono tre camere da letto, due bagni, uno spogliatoio e una lavanderia. Si accede da un ampio pianerottolo in cima alle scale. La casa ha un seminterrato parziale e per motivi estetici non dispone di garage,la cui forma, secondo i proprietari, non corrisponde al carattere padronale dell'edificio. Per ora, le auto sono parcheggiate all'aperto, ma ci sono piani per costruire un edificio separato e indipendente per loro.
E pensare che la casa è di soli 200 mq, anche se sia dall'esterno che dall'interno sembra più grande di quanto indicherebbero le dimensioni reali, il che, per la tipologia della sua architettura, può essere considerato un vantaggio. I proprietari non nascondono la loro soddisfazione per il fatto che quasi tutti i nuovi arrivati cadono per le dimensioni dei loro locali.
Traendo le conclusioni dalla precedente esperienza degli investitori, hanno costruito la nuova sede in modo particolarmente attento e affidabile, in modo tradizionale (un muro di mattoni a tre strati, piastrella in ceramica, scossaline in rame, lastre di arenaria sul terrazzo e piedistalli delle colonne dello stesso materiale).
Passo dopo passo: verso l'obiettivo
I padroni di casa si sono trasferiti da un appartamento in affitto a una nuova casa nove mesi dopo l'inizio della costruzione, ma i lavori non erano ancora terminati. Inizialmente la famiglia occupava solo il piano terra, dove mancava solo la porta.
- Volevamo una porta di buona qualità, ma non potevamo permetterci di acquistarla subito. Ecco perché abbiamo vissuto senza di loro per due anni, con sorpresa di alcuni amici - dicono.
Era peggio con la soffitta, anche se la povertà avrebbe potuto vivere anche lì. Tuttavia, i padroni di casa hanno preferito finire tutti i lavori, posare i pavimenti e arredare con calma gli interni.
Il design degli interni è il dominio della padrona di casa.
- Durante i lavori di finitura, sono diventato dipendente dal mercato delle pulci di Koło a Varsavia - dice. - Mi sento come se non avessi adempiuto al mio dovere se non visito questo luogo più volte al mese.
La maggior parte dei mobili che decorano la casa proviene da lì. Sono stati scelti con cura e con un senso del luogo, in modo che, completandosi a vicenda, avrebbero creato un'atmosfera di prescrizione e "antichità" nel vecchio stile buono. Alcuni provengono dai clienti della casalinga che sono disposti a sbarazzarsene.
- Non volevano i vecchi, preferivano i nuovi e noi amavamo queste antichità come bambini.
I lavori di finitura sono durati diversi anni, ma questo ritardo, causato da carenze finanziarie, ha contribuito ad innalzare lo standard dell'edificio e ad ottenere notevoli risparmi. Sebbene inizialmente l'abitare in casa non fosse dei più confortevoli, era tempo di cercare occasioni di prezzo e dettagli di finitura interessanti. Tra l'altro, grazie a questo ritardo, i vicoli e il vialetto sono rivestiti con cubi di granito ottenuti dalla demolizione, e la recinzione e la ringhiera del balcone non sono state costruite con elementi già pronti, ma splendidamente scolpite nel metallo da un artigiano "provinciale". Anche il giardino è stato costruito in più fasi, perché i contadini, invece di ordinare diverse dozzine di camion con terreno, cercavano le fondamenta nella zona.Il terreno ottenuto dagli scavi era molto più economico di quello ordinato sfuso da un'azienda specializzata.
Il giardino ha mantenuto il suo carattere di foresta, sebbene non sia stato possibile salvare tutti gli alberi durante la sua costruzione. Al loro posto è stato creato un prato perfettamente curato. Come sottolinea, non senza la soddisfazione della padrona di casa - mandata fuori mano.
I membri della famiglia dicono che la casa e il giardino portano loro conforto.
- Ci sentiamo un po 'come in vacanza qui, non c'è bisogno di andare da nessuna parte per il fine settimana. Peggio ancora, non vuoi davvero andare a lavorare, quando è così bello sedersi in terrazza a sorseggiare il caffè del mattino - ridono addio.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Ricorda dei balconi

Mi piace quando lo spazio cambia rapidamente, senza fastidiose ristrutturazioni e grandi progetti: una metamorfosi durante il fine settimana è la soluzione perfetta.…

Un tavolo insolito

A una tavola ben apparecchiata, ci sediamo più volentieri, restiamo più a lungo, parliamo in modo più amichevole e sorridiamo più spesso. Festività, onomastici, anniversari e persino ...…