Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

La solida struttura in mattoni della casa dei nonni ci ha fatto decidere di ammodernarla e ampliarla. Grazie a ciò siamo riusciti a risparmiare un po 'sui costi di costruzione e non abbiamo dovuto reinstallare le connessioni. Lo svantaggio di questa idea, tuttavia, si è rivelato una significativa limitazione della scelta della tecnologia costruttiva e delle soluzioni architettoniche. Inoltre, non potevamo cambiare la posizione dell'edificio sul terreno: doveva rimanere dove si trovava. Nel frattempo, se dovessimo costruire di nuovo, la casa sarebbe sicuramente in un posto diverso. Tuttavia, siamo soddisfatti dei risultati da noi raggiunti.
La strada di casa
Nel luogo in cui viviamo oggi, c'era una casa di mattoni dei miei nonni dalla parte di mio padre. Era un tipico habitat agricolo con una casa e il terreno circostante. Vicino a questo edificio a un piano coperto da un tetto a due falde, mio padre ha costruito il suo nido di famiglia in cui sono cresciuto con mio fratello. Dopo la morte dei miei nonni, durante la divisione della tenuta, abbiamo deciso che mio fratello sarebbe rimasto nella casa di famiglia, mentre i miei genitori e mio marito Paweł convertiranno la casa dei nonni ai bisogni di due famiglie. A quel tempo, Paweł e io non sapevamo se ci saremmo trasferiti qui in modo permanente (vivevamo a Varsavia), o se avremmo trattato questo posto solo come un asilo per il fine settimana. Tuttavia, poiché i miei genitori volevano molto rimanere nella loro terra natale,abbiamo deciso di costruire un sedile tutto l'anno.
Insieme all'autore del progetto e ai genitori, abbiamo deciso di realizzare una zona giorno per i genitori (80 mq) all'interno del vecchio edificio, mentre per noi ne costruiremo una completamente nuova, su nuove fondamenta.
L'impostazione della trama, i media che la percorrevano fino alla casa di mio fratello e le considerazioni sui risparmi significavano che la nostra parte, a differenza di parte dei genitori, doveva essere a due piani.
Cosa abbiamo fatto
Abbiamo organizzato la casa bifamiliare come due nuclei familiari separati. Solo l'ingresso principale è condiviso con i genitori, mentre lo spazio abitativo, gli elettrodomestici e i contatori sono separati per ogni nucleo familiare. Questo rende la vita molto più semplice perché manteniamo la privacy di cui ogni generazione ha bisogno. Allo stesso tempo, viviamo in armonia e ci aiutiamo a vicenda.
Siamo riusciti a collegare in modo efficiente le fondamenta e le pareti esistenti con quelle di nuova costruzione. Abbiamo isolato l'intero edificio secondo standard moderni.
Abbiamo progettato la nostra parte in modo che possa servire come un luogo in cui vivere tutto l'anno per quattro membri della famiglia: con bagni separati su ogni piano, con armadi e lavanderia accanto alle camere da letto al primo piano (consiglio questa soluzione), e persino con una dispensa al piano terra. Ed è un bene che sia successo, perché quando l'edificio è stato completato, abbiamo subito deciso di lasciare la città.
I soldi non sono così terribili Abbiamo
prestato particolare attenzione all'isolamento termico. Volevamo che la casa, che è stata nelle mani della nostra famiglia da tre generazioni, fosse al servizio delle generazioni successive, senza bisogno di ammodernamento.
Ai vecchi, tipici muri a due strati in mattoni pieni (con uno spazio d'aria tra di loro), abbiamo anche aggiunto muri a due strati fatti di blocchi di ceramica e mattoni forati - solo che lo spazio tra loro era riempito con uno strato di polistirolo (5 cm). I vecchi muri sono stati isolati dall'esterno, anche con polistirolo (10 cm).
Abbiamo rinforzato le fondazioni esistenti con timbri in cemento e coibentate verticalmente (5 cm di polistirolo). Mettiamo 10 cm di polistirolo sotto il solaio di fondazione orizzontale comune ad entrambe le parti dell'edificio. A causa delle fondamenta parzialmente vecchie e delle pareti del tetto, abbiamo utilizzato una copertura in lamiera più leggera delle tegole (sebbene il progettista abbia previsto un rivestimento in ceramica). Mettiamo 20 cm di lana minerale sotto il rivestimento del tetto. Abbiamo installato finestre in legno "calde" in tutta la casa.
Abbiamo utilizzato con entusiasmo tutte le utenze di cui era armata la vecchia casa: elettricità e acqua. Abbiamo aggiunto un allacciamento al metano (abitiamo proprio accanto alla strada, quindi non era caro), rimpiangendo che non ci sia rete fognaria nella nostra zona (lo smaltimento delle acque reflue della fossa settica ci costa già 2.700 all'anno).
Nonostante ci siamo subito concentrati sul riscaldamento della casa con il gas metano, ci rammarichiamo di non aver pensato di installare un sistema di tubazioni che distribuisse il calore del camino in tutto l'edificio. Sarebbe particolarmente utile nei periodi di transizione, quando il riscaldamento centralizzato non è ancora operativo.
Abbiamo installato tappetini riscaldanti elettrici nei bagni, perfetti per prevenire costi eccessivi dovuti al controllo automatico.
Di recente stiamo valutando l'acquisto di collettori solari. Probabilmente una grande spesa sarebbe ripagata rapidamente, perché due famiglie li avrebbero usati.
Prima di iniziare a decorare la casa, abbiamo consultato un designer di interni. Grazie ai suoi consigli, abbiamo risolto molti problemi. Abbiamo stanziato 5mila. e non ce ne pentiamo.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Ricorda dei balconi

Mi piace quando lo spazio cambia rapidamente, senza fastidiose ristrutturazioni e grandi progetti: una metamorfosi durante il fine settimana è la soluzione perfetta.…

Un tavolo insolito

A una tavola ben apparecchiata, ci sediamo più volentieri, restiamo più a lungo, parliamo in modo più amichevole e sorridiamo più spesso. Festività, onomastici, anniversari e persino ...…