Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Vengo dalla Grande Polonia, ma per motivi di studio e lavoro mi sono trasferito a Bydgoszcz, Kalisz e Cracovia. Alla fine, il destino mi ha gettato a Varsavia, dove ho deciso di rimanere, perché si è scoperto che era sempre facile trovare un lavoro qui.
La via di casa
Inizialmente ho preso in affitto un appartamento, ma appena ho trovato un lavoro stabile e ben pagato ho deciso di costruire la mia casa. Tutto parlava a suo favore: il prezzo, il comfort e la possibilità di stare a contatto con la natura.
Per realizzare l'idea, ho stipulato un mutuo. Ho preferito pagare la rata mensile del 1800 anziché 1300 per l'affitto di un appartamento.
Prima della costruzione, però, ho dovuto acquistare un appezzamento di terreno. Poiché non conoscevo bene Varsavia o i suoi dintorni e non volevo perdere tempo a cercarmi, mi sono avvalso dell'aiuto di un'agenzia immobiliare.
Nell'aprile 2004 ho trovato un posto per il quale ho perso la testa e la sanità mentale.
La trama mi è piaciuta per la sua posizione (una bella vista su frutteti e campi, e allo stesso tempo la vicinanza del paese con le istituzioni necessarie alla vita), e anche perché i giovani simpatici hanno costruito le loro case nella zona. Pur essendo privo di utenze e situato a ben 140 m dalla strada principale, in prossimità della quale sono presenti le reti del gas, dell'acqua e dell'elettricità, ho deciso di acquistarlo. Vicini vigorosi avevano già istituito comitati sociali per unirsi a questi media e si sono subito offerti di unirsi alle loro attività. A quel tempo, nulla prefigurava eventuali problemi futuri con i media. Solo dopo aver firmato il rogito notarile e aver effettuato la transazione, si è scoperto che la centrale poteva collegarmi all'energia elettrica in tre anni,e gli allacciamenti acqua e gas devono essere gestiti e finanziati separatamente, senza partecipare a comitati sociali. È successo perché la mia trama è la più lontana dalla strada e non era inclusa nei progetti e nei permessi precedentemente preparati. Ero in ritardo di qualche mese!
Idee di risparmio
Un po 'spezzato dalla svolta negativa degli eventi, ho subito iniziato a pensare a come risolvere i problemi. Mi sono consultato sia con professionisti che con altri proprietari di case. Sono diventato un partecipante attivo nei forum su Internet e ho iniziato a scrivere un diario di costruzione di case, che ha effettivamente sfogato il mio stress.
Nei momenti difficili, ho concentrato i miei pensieri su ciò che avevo ottenuto fino a quel momento. Quindi, soprattutto, sono stato felice di trovare un buon progetto pronto, che mi ha dato la possibilità di costruire una bella casa con una forma semplice, interni funzionali e spazi non troppo grandi.
Ho apportato solo correzioni estetiche al design (ho rinunciato all'armadio a vantaggio dell'ampliamento della camera da letto e del bagno, ho allargato due volte il terrazzo).
In consultazione con esperti, ho cercato di fornire all'edificio un isolamento termico molto solido. I basamenti sono stati isolati verticalmente con uno strato di styrodur (10 cm) e lo stesso strato di polistirolo nella soletta di fondazione orizzontale. I muri in mattoni forati ceramici sono stati rivestiti dall'esterno con 15 cm di polistirolo. Tra le travi del tetto sono stati posati 18 cm di lana minerale e sotto di essi uno strato spesso 5 cm. Inoltre, sul soffitto sopra l'attico è stata stesa lana spessa 15 cm. Mi sono anche assicurato che il calore non uscisse dalle finestre, motivo per cui tutte le vetrate hanno "vetro caldo" con un basso coefficiente di scambio termico.
I soldi non sono poi così male
Collegare la mia casa alla rete idrica avrebbe dovuto costare 20.000… Ho deciso che era troppo e ho deciso di rinunciare a questo investimento. In cambio, a metà prezzo, ho costruito il mio pozzo con una pompa e una stazione di trattamento dell'acqua di buona qualità. Per scopi alimentari, compro acqua in bottiglia (per 50 al mese).
Temendo l'aumento dei prezzi del gas e del gasolio da riscaldamento, ho deciso di utilizzare una pompa di calore per riscaldare la mia casa. Sfortunatamente, non è stato un investimento di successo, principalmente a causa di errori commessi dagli appaltatori. I tre collettori orizzontali sono stati creati - come si è presto scoperto - troppo vicini tra loro, il che ha contribuito al fatto che durante il rigido inverno (2005/06) sono diventati inefficienti. A casa avevo 8 ° C e comunque ho pagato 5.000 per l'elettricità!
Gli esperti mi hanno consigliato di aggiungere altri due collezionisti, questa volta verticali (non c'era spazio sulla trama), per i quali ho pagato 5.000 …
Dopo aver ammodernato l'impianto e installato un'altra pompa di calore (fortunatamente sono riuscito a riavere i soldi per la pompa precedente) la situazione è migliorata notevolmente. Oggi non mi lamento più del freddo e riscaldare casa mi costa pochissimo. Tuttavia, trovo ancora difficile dimenticare i nervi persi e il denaro speso.



Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

PATTERNS - Fiera del design di Varsavia

Il 22 giugno, le opere più interessanti di giovani designer saranno presentate nei moderni interni e nel giardino del Centro Culturale Praga Południe a Varsavia.…