Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!


Violetta e Mariusz Wiśniewski sono architetti. Vicino a Poznań, hanno costruito una casa su un appezzamento di terreno che "sempre" è appartenuto alla famiglia del signor Mariusz. Tuttavia, prima che i Wisniewski si stabilissero qui in modo permanente, la trama è stata utilizzata per i fine settimana e le gite estive fuori città.
Ricordi non privi di significato, il
signor Mariusz dice di aver trascorso quasi ogni momento libero sulla trama della sua infanzia. Ricorda che da adolescente era affascinato dalla città e dalle sue attrazioni, e di aver sofferto molto per questo, soprattutto quando doveva aiutare nella coltivazione delle aiuole.
- Vivevo allora - dice il nostro ospite - nel centro di Poznań e in un luogo estremamente interessante, perché si affacciava sul municipio, sul monte Przemysław, sull'Archivio di Stato, che disegnai fin da piccolo, piazza Wielkopolski, dove si tenevano raduni automobilistici, giovani e concerti, e naturalmente al mercato, dove si vedevano ancora i carri trainati dai cavalli.
Tutto è cambiato quando lo stesso Mariusz, sedicenne, ha piantato i suoi primi alberi sul terreno. La madre piantò il resto e fu creato un frutteto.
Da quel momento in poi, si innamorò della trama di famiglia quasi quanto la sua Poznań. L'amore non è svanito, ed è persino diventato più forte quando i miei genitori hanno trasformato il frutteto in un giardino con un grande prato, fiori e alberi che forniscono ombra in estate. Gli piacevano anche i lavori di giardinaggio come la cura settimanale del prato!
Quindi, quando è cresciuto per creare un posto sulla terra per la sua nuova famiglia, non c'erano dubbi che la sua casa sarebbe stata sul terreno di famiglia. Prima che ciò accadesse, però, lui e sua moglie erano partiti per lavoro in Austria.
La persistenza fa miracoli
Mariusz Wiśniewski ha trascorso undici anni in Austria, dove ha svolto la sua professione di architetto. Ha vissuto lì con tutta la famiglia: sua moglie Violetta e le figlie, ora adulte, Izabela e Natalia.
A quel tempo, i piani per costruire una casa erano instancabilmente sostenuti nella famiglia Wiśniewski dal padre della signora Violetta. È stato lui che, negli anni più difficili, quando sul mercato non c'era nulla, ha mobilitato tutti a pensare alla casa, e poi ha aiutato nella sua costruzione.
- Quando siamo andati all'estero, ha acquistato e consegnato materiali da costruzione. Probabilmente per attirarci di nuovo in Polonia, affermano oggi i padroni di casa con palese gratitudine.
Si sapeva fin dall'inizio che la casa Wiśniewski avrebbe avuto un tetto piatto.
- Mi piacciono proprio questi tetti, soprattutto il tipo che abbiamo utilizzato nel nostro progetto, cioè con una struttura in carpenteria a vista (travetti, assi) e, soprattutto, fortemente sporgente - cioè sporgente oltre la facciata dell'edificio. Credo che questa soluzione sia elegante e dia leggerezza all'edificio. Ho avuto l'opportunità di vedere tali tetti molte volte in Austria e li ho usati io stesso con buoni risultati in diversi progetti - sottolinea l'ospite.
Sfortunatamente, sebbene nell'area in cui è stata costruita la casa della famiglia Wiśniewski, ci sono edifici con tetti sia piatti che spioventi, e gli edifici - come quasi ovunque nel nostro paese - sono piuttosto caotici, si è rivelato molto difficile far passare il progetto dell'ospite. L'architetto dell'ufficio del comune ha scritto nelle condizioni dell'edificio l'affermazione che "si consiglia un tetto ripido". Il signor Mariusz, dopo molte battaglie, ha ottenuto la sua decisione.
- Certo, non ho niente contro i tetti ripidi, ricoperti di tegole o lamiere - dice. - Sono belli e li ho progettati tante volte, ma sognavo qualcosa di completamente diverso per la mia casa. Ero persino alla sessione del consiglio comunale con un modello dell'edificio per convincere i consiglieri che ci sono case prebelliche e postbelliche con i tetti piani nella zona - belle, inserite nel paesaggio suburbano. Inoltre, ho sostenuto che una casa con un tetto piano può avere una buona architettura quanto i progetti tradizionali con due pendenze in pendenza. Ha funzionato.
Costruzione remota in tempi di pre-mail
I nostri ospiti decisero di costruire una casa in Polonia, sebbene vivessero ancora in Austria. Fino a pochi anni fa costruire la propria casa da remoto non era semplice, principalmente per problemi di comunicazione e supervisione diretta. La posta elettronica non era ancora così comune. La famiglia e il direttore dei lavori che conoscevano erano insostituibili. La casa è stata costruita con la tecnologia tradizionale: le pareti sono a tre strati, con isolamento interno. Nella parte del piano sono stati utilizzati i soffitti Fert-45 e nella parte del piano terra - in legno, ma ovviamente sotto forma di una capriata del tetto piano.
Il proprietario ammette che l'architettura della casa deriva dal suo fascino per l'architettura italiana, e in larga misura per l'Art Nouveau viennese, di cui si occupava ancora mentre lavorava in Austria. Descrivendo le caratteristiche più importanti di questa varietà di stile Art Nouveau, Mariusz sottolinea il ritiro dalla linea curva a favore di figure semplici e solidi geometrici e la rassegnazione dai motivi vegetali e sostituendoli con forme che ricordano una struttura cristallina. La riduzione di tutti gli ornamenti al minimo era anche caratteristica della Secessione viennese; gli architetti dell'epoca amavano enfatizzare la piattezza, le verticali, l'asimmetria, le proporzioni insolite e il tono pallido della facciata. Se aggiungiamo tetti piani e finestre lunghe e strette con divisioni verticali,possiamo descrivere quasi accuratamente le caratteristiche principali dell'architettura della casa della famiglia Wiśniewski vicino a Poznań.
Nonostante la pianta irregolare, la divisione dell'interno della casa è semplice: il grande piano terra aperto è composto da stanze quasi completamente aperte. Solo il vestibolo è una parte chiusa. Grazie a questa disposizione, l'interno sembra più grande di quanto non sia in realtà. Le camere da letto di tutti i membri della famiglia si trovano al primo piano.
Il signor Mariusz ha curato attentamente i dettagli della nuova casa. Voleva in particolare ottenere una forma e una superficie specifiche della vetratura. Anche la sala a due livelli, curata dai padroni di casa, colpisce per la sua bellezza.
Al piano terra tutti i pavimenti sono rifiniti con legno di faggio, solo nel soggiorno - camino - sono presenti piastrelle in ceramica. Grazie al riscaldamento a pavimento puoi camminare a piedi nudi anche in inverno.
Il design degli interni è una combinazione di modernità e tradizione. Non è una coincidenza. Per la famiglia Wiśniewski, i ricordi sono importanti quanto lo sono oggi, grazie alla tecnologia e al comfort moderni. Ecco perché nella sala da pranzo c'è un vecchio pianoforte di famiglia, che veniva suonato dal padre del padrone di casa e ora dalla nipote. C'è anche un grande e antico tavolo per banchetti dove si incontra una famiglia numerosa. Al contrario, il soggiorno e la cucina sono molto moderni.
L'interesse dei proprietari per l'arte contemporanea, visibile negli interni, è merito del fratello del padrone di casa, Leszek Wiśniewski, diplomato all'Accademia di Belle Arti di Poznań. È il suo dipinto - il trittico ad olio "Natura morta con tre ritratti" - che occupa il posto principale nel soggiorno.


Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Giardino giapponese - e-giardini

Il giapponese, sobrio e prudente per natura, crea un giardino secondo il principio: conoscere, riflettere e rifinire i dettagli. Non c'è spontaneità qui.…

Terrazza verde - e-giardini

Se la vista poco interessante dalla finestra non ti incoraggia a rilassarti sul balcone, è sufficiente creare uno schermo pittoresco.…

Un angolo fiorito - e-garden

Trasformiamo il luogo trascurato accanto alla fattoria in un angolo colorato che decorerà la zona d'ingresso della casa e amplierà il giardino.…

Sconto arbusto - e-giardini

Lo sconto con tulipani arancioni, gialli e rossi è un'ottima proposta per rallegrare l'inizio della stagione…