Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

A causa del fatto che l'intera superficie del pavimento è un riscaldatore, il calore è distribuito uniformemente ovunque e non ci sono zone di surriscaldamento.
In una casa di recente costruzione, chi ha intenzione di riscaldare l'acqua, dovrà probabilmente presto scegliere: l'acqua riscaldata da un boiler, una pompa di calore, o anche un caminetto con camicia d'acqua dovrebbe restituire il calore attraverso i tradizionali termosifoni, o attraverso tubi posati nel pavimento? Sebbene sul mercato siano presenti sempre più modelli di radiatori, che in termini di colore, design e dimensioni si adattano adeguatamente a qualsiasi interno, nelle nuove case ci sono sempre meno radiatori. Sono sostituiti da un pavimento caldo, su cui i bambini piccoli possono giocare in sicurezza e gli adulti possono camminare senza pantofole.
In che modo i radiatori riscaldano e in che modo il "riscaldamento a pavimento"
differisce principalmente nel modo in cui il calore viene dissipato:
- i riscaldatori tradizionali li restituiscono principalmente per convezione, che consiste nel riscaldare l'aria che scorre intorno al radiatore - quella calda sale e l'aria più fresca entra dal basso. In una stanza così riscaldata è più caldo sotto il soffitto e più freddo sul pavimento, mentre orizzontalmente - più caldo vicino al radiatore e più freddo più lontano da esso.
I radiatori trasferiscono molto meno calore all'ambiente a causa dell'irraggiamento: il calore viene riflesso dal soffitto, dal pavimento e dagli oggetti nella stanza, quindi viene distribuito delicatamente e uniformemente all'interno.
- nel riscaldamento a pavimento è il contrario - l'elemento riscaldante è l'intero pavimento, che irradia delicatamente il calore accumulato nello spesso strato di diversi centimetri del massetto. La quota di convezione nel trasferimento di calore è molto più bassa e anche le correnti di convezione, che provocano la circolazione dell'aria e la risalita di polvere, sono incomparabilmente più deboli (perché la temperatura dell'acqua che circola nei tubi del riscaldamento a pavimento è solitamente almeno la metà inferiore alla temperatura dell'acqua che alimenta i radiatori).
Cosa parla del "riscaldamento a pavimento" …
Motivi estetici. La scelta del riscaldamento a pavimento è spesso determinata dal fatto che libera l'interno da elementi riscaldanti visibili e non sempre estetici. E questo rende l'interno più bello e offre libertà di disposizione.
Distribuzione uniforme della temperatura negli ambienti. A causa del fatto che l'intera superficie del pavimento è un riscaldatore, il calore è distribuito uniformemente ovunque e non ci sono zone di surriscaldamento. Secondo le ricerche di fisiologi e igienisti, la distribuzione della temperatura in una stanza riscaldata in questo modo è la più vicina a quella ideale per un corpo umano - l'aria è più calda intorno ai piedi e più fresca nelle parti alte della stanza - a livello della testa.
Risparmia calore. Un altro importante vantaggio del riscaldamento a pavimento è che il comfort termico si avverte a una temperatura dell'aria inferiore rispetto alle stanze con riscaldamento a radiatori. Nella progettazione dei termosifoni la temperatura dell'aria è normalmente assunta a 20 gradi C (al centro della stanza), mentre negli ambienti con riscaldamento a pavimento è sufficiente una temperatura di 17-18 gradi C per ottenere il comfort termico. Questa differenza di diversi gradi può essere fonte di notevoli risparmi (abbassamento la temperatura dell'aria nella stanza di 1 ° C provoca una riduzione del consumo energetico di circa il 6% durante la stagione di riscaldamento).
Capacità di autoregolazione. Se la temperatura aumenta a causa della luce solare intensa o delle visite di numerosi ospiti nella stanza, l'efficienza termica del pavimento diminuisce automaticamente (ad esempio un aumento della temperatura di 3 gradi Celsius riduce l'efficienza termica del radiatore a pavimento di quasi il 50%).
Avvertimento! Grazie alla possibilità di abbassare la temperatura negli ambienti di 2-3 gradi C - senza abbassare il comfort termico - ed anche grazie alla capacità di autoregolazione del riscaldamento a pavimento, la quantità di energia da essi utilizzata può essere inferiore anche del 50% rispetto ai tradizionali radiatori.
… e quanto contro.
Se il riscaldamento a pavimento avesse solo dei vantaggi, probabilmente oggi nessuno userebbe i radiatori. Quindi ecco gli svantaggi più importanti:
Prestazioni termiche limitate. Il radiatore a pavimento può essere utilizzato come unica fonte di calore solo in case ben isolate. A causa del comfort delle persone che camminano sul pavimento, la sua temperatura non può essere troppo alta (nelle stanze non deve superare i 29 gradi C e nelle cucine e nei bagni - 33 gradi C). Pertanto, la potenza termica di un riscaldamento a pavimento è limitata dalla fisiologia del corpo umano, per cui "troppo caldo ai piedi" significherebbe fastidio e persino fastidio (gonfiore e dolore alle gambe).
Esecuzione più difficile e costo più elevato. Un radiatore a pavimento è solitamente più costoso del 50-70% rispetto ai radiatori convenzionali e, facendolo, puoi commettere molti errori gravi che causano problemi in seguito. Gli errori più comuni sono un isolamento improprio del piano di cottura dalle pareti con il nastro perimetrale e la mancata realizzazione dei giunti necessari nel pavimento per evitare fessurazioni del rivestimento. I giunti di dilatazione consistono nel suddividere grandi superfici riscaldanti in superfici più piccole con l'utilizzo di appositi listelli o listelli di dilatazione, e poi - in fase di finitura del pavimento - riempire con una massa permanentemente elastica dei giunti di rivestimento che corrono sui giunti di dilatazione. I giunti di dilatazione dovrebbero essere realizzati anche nella porta - tra due stanze.La mancanza di dilatazione provoca antiestetiche crepe nel pavimento in vari punti imprevisti.
La necessità di selezionare in anticipo un materiale di finitura per il pavimento. Questa decisione può essere alquanto difficile in quanto deve essere presa prima dell'inizio del lavoro di installazione. Tuttavia, questo è necessario perché diversi materiali di finitura hanno diverse conducibilità termiche, che l'installatore deve tenere in considerazione nei suoi calcoli. Ad esempio, se un pavimento riscaldante deve essere rifinito con un rivestimento in pietra, può avere una potenza di riscaldamento inferiore a quella di un materiale meno conduttivo, come parquet o moquette.
Notevole inerzia termica. Poiché il riscaldatore è una grande massa di cemento, è difficile cambiare rapidamente la sua temperatura e quindi la temperatura nella stanza. Uno spostamento di 1-2 gradi C di solito richiede 3-4 ore.
Ciò che parla di radiatori…
Potenza termica illimitata. I radiatori possono fornire più calore di un pavimento riscaldante, quindi sono in grado di riscaldare anche stanze con meno isolamento termico. I riscaldatori possono quindi essere l'unica fonte di calore, in altre parole, la loro potenza di riscaldamento può essere selezionata in modo tale che non sia necessario riscaldare l'ambiente con altre fonti di calore.
Assemblaggio semplice. L'installazione di radiatori tradizionali è molto più semplice che realizzare un riscaldamento a pavimento, e l'investitore non è esposto a problemi che possono essere causati da una cattiva esecuzione del "riscaldamento a pavimento".
Prezzo piu 'basso. Nonostante negli ultimi anni i sistemi di riscaldamento a pavimento siano diventati più economici, i radiatori tradizionali sono ancora più economici di loro.
  • Bassa inerzia termica. I moderni radiatori sono caratterizzati da una bassa capacità d'acqua, grazie alla quale possono rispondere rapidamente alle mutevoli richieste di calore. Consentono quindi un rapido riscaldamento della stanza e una rapida riduzione del riscaldamento quando non è più necessario da tempo (es. Quando il caminetto è acceso). La bassa inerzia dei radiatori tradizionali consente inoltre di controllarne l'efficienza tramite valvole termostatiche, che garantiscono il mantenimento costante della temperatura in ambiente.
    Modelle sempre più belle. Sebbene i termosifoni siano trattati come un mobile indesiderato, che non solo occupa spazio ma sfigura, in realtà assomigliano sempre meno a "radiatori" a coste, comuni fino a tempi recenti. La selezione di modelli di radiatori è ora così ricca che non è difficile sceglierne uno che aggiunga fascino agli interni invece di rovinarli.
    Asciugatrice pratica. È anche difficile immaginare un bagno contemporaneo senza un radiatore a scala. Tali riscaldatori sono persino installati nei bagni con riscaldamento a pavimento. In primo luogo, perché costituiscono uno scaldasalviette molto pratico e, in secondo luogo, riscaldano efficacemente la stanza.
    … E contro di loro:
    distribuzione della temperatura sfavorevole. Nelle stanze riscaldate con stufe tradizionali, la distribuzione della temperatura è piuttosto sfavorevole per l'uomo: la più calda è all'altezza della testa e sotto il soffitto e la più fresca è al pavimento.
    Sollevare la polvere. Il fenomeno della convezione - ed è così che i riscaldatori tradizionali emanano più calore - è accompagnato dal movimento dell'aria, e con esso dalla risalita della polvere. Il verificarsi di questo fenomeno è meglio evidenziato dalle strisce scure sulle pareti sopra i radiatori.
    Spazio interno e considerazioni estetiche. I radiatori con design e colori interessanti sono relativamente costosi, quindi i clienti spesso decidono di acquistare pannelli o riscaldatori sezionali molto più economici. Un tale radiatore ha un aspetto semplice ed è solitamente bianco, perché devi pagare un extra per il colore.
    Da cosa dipende la scelta?
    Quando si confrontano i tradizionali radiatori con il moderno riscaldamento a pavimento, non limitarsi ai loro vantaggi e svantaggi. Bisogna anche tenere conto di alcune limitazioni nell'utilizzo di questi due sistemi di riscaldamento completamente diversi. Solo un'analisi del genere porterà alle giuste conclusioni e mostrerà quale sistema sarà migliore in una data situazione. Ecco i criteri.
    Tipo di impianto di riscaldamento. Poiché la temperatura dell'acqua che alimenta il riscaldamento a pavimento non deve superare i 55 gradi Celsius, il riscaldamento a pavimento funziona meglio con il cosiddetto sorgenti di calore a bassa temperatura, come caldaia a condensazione, pompa di calore o collettori solari. Ovviamente è possibile anche il collegamento ad una normale caldaia a gas, gasolio o anche a combustibile solido, ma in tal caso il risparmio nel consumo energetico sarà inferiore.
    È vero il contrario con i radiatori: sebbene possano funzionare con qualsiasi impianto di riscaldamento, è meglio utilizzarli in installazioni ad alta temperatura. Collegati ad impianti "cooler" (con temperatura dell'acqua di mandata inferiore), devono essere corrispondentemente maggiori:
    - circa 1,5 volte quando operano a 75 gradi / 60 gradi / 20 gradi. C,
    - 2,5 volte quando si opera a 55 gradi / 45 gradi / 20 gradi. C.
    E i radiatori più grandi non solo sono più costosi, ma occupano anche più spazio.
    Casa calda o fredda. Se il riscaldamento a pavimento deve essere il sistema di riscaldamento primario, la casa richiede un buon isolamento: tale che le pareti abbiano un coefficiente di scambio termico di U <0,35 W / (mq … K) e le finestre - U <2,0 W / (mq … K). Il pavimento non può fornire più calore di 80 W / (mq… K). Pertanto, se la casa è meno isolata e la sua richiesta di calore è maggiore - ad esempio a livello di 100-120 W / (mq K), è meglio utilizzare i tradizionali termosifoni, perché durante le giornate più fredde il riscaldamento a pavimento stesso non sarà in grado di fornire il comfort termico. .
    Tipo di pavimento. Il riscaldamento a pavimento richiede che il pavimento sia rifinito con un materiale che conduca bene il calore. Questa condizione è ben soddisfatta da piastrelle di ceramica e pietra. Le opinioni sono divise su tappeti e legno. Chi vuole rivestire il "pavimento caldo" con un tappeto, dovrebbe cercarne uno appositamente progettato (contrassegnato da un apposito pittogramma). Chi vuole posare il legno su un pavimento del genere, deve ricordare che il rivestimento non deve essere troppo spesso - quindi può essere, ad esempio, un mosaico di 8 o 10 mm o un parquet a lamelle (cioè fatto di piccole doghe) di spessore 11 o 14 mm senza linguette e scanalature ; ci possono essere anche speciali pannelli di legno.
    Avvertimento! Non ha senso installare il riscaldamento a pavimento ovunque si desideri posare un tappeto spesso o qualsiasi tipo di moquette.
    Tipo di stanza. A causa delle limitazioni della finitura e del rivestimento del pavimento, il riscaldamento a pavimento è più adatto per ambienti come ingressi, cucine, bagni e soggiorni. In queste stanze vengono utilizzati pavimenti rivestiti con piastrelle in ceramica, pietra o gres. Nelle camere da letto, la maggior parte delle persone preferisce pavimenti in legno con tappeti spessi e morbidi. Se è così, i riscaldatori sono molto più adatti al loro interno. Garantiranno anche una distribuzione della temperatura più favorevole per il sonno - sarà più bassa al pavimento.
    L'analisi dei quattro criteri discussi sopra mostra che di solito il migliore è un sistema misto: alcune stanze hanno il riscaldamento a pavimento e alcune - i radiatori.
    Quando prendere una decisione
    La decisione se la casa avrà solo radiatori o anche riscaldamento a pavimento dovrebbe essere presa in fase di progettazione della casa.
    L'installazione del riscaldamento a pavimento, che solitamente solleva il livello del pavimento di una dozzina di centimetri circa, influisce spesso su alcune opere allo stato grezzo, che dovrebbero essere prese in considerazione sia nella progettazione dell'altezza dei locali che in quella dei bordi inferiori delle finestre e delle porte dei balconi.
    Avvertimento! Il progetto dell'impianto di riscaldamento si basa su un progetto architettonico. Se durante la costruzione della casa vengono apportate modifiche a questo progetto, ad esempio lo spessore dell'isolamento cambia, il numero o l'area delle finestre aumenta, è necessario avvisare il progettista dell'installazione. In caso contrario, il sistema di riscaldamento potrebbe essere progettato e realizzato male. Questo rischio riguarda principalmente il radiatore a pavimento, perché un tentativo di aumentarne la potenza oltre la potenza massima specificata nel progetto potrebbe surriscaldare il pavimento.
    Combinazione di radiatori con "riscaldamento a pavimento"
    Sempre più persone sanno che in una casa alcune stanze possono essere riscaldate con termosifoni, altre con "riscaldamento a pavimento". Ma solo gli iniziati sanno che in una stanza puoi facilmente combinare questi due elementi riscaldanti. Questo è possibile grazie all'utilizzo di una speciale valvola RTL. Consente di collegare il radiatore a pavimento alla stessa installazione da cui viene alimentato un normale radiatore. Questa soluzione facilita i lavori di installazione e riduce notevolmente i costi, poiché nel locale vengono condotti un solo tubo di alimentazione e un tubo di ritorno.
  • Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

    Messaggi Popolari

    Giardino giapponese - e-giardini

    Il giapponese, sobrio e prudente per natura, crea un giardino secondo il principio: conoscere, riflettere e rifinire i dettagli. Non c'è spontaneità qui.…

    Terrazza verde - e-giardini

    Se la vista poco interessante dalla finestra non ti incoraggia a rilassarti sul balcone, è sufficiente creare uno schermo pittoresco.…

    Un angolo fiorito - e-garden

    Trasformiamo il luogo trascurato accanto alla fattoria in un angolo colorato che decorerà la zona d'ingresso della casa e amplierà il giardino.…

    Sconto arbusto - e-giardini

    Lo sconto con tulipani arancioni, gialli e rossi è un'ottima proposta per rallegrare l'inizio della stagione…