Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

I piani di lavoro di diverse altezze sono molto pratici. In basso è bene fare un lavoro più duro che richiede impastamento, e in alto è meglio tagliare o tritare
Mobili su ruote, acciaio invece di piastrelle o gres alle pareti: puoi subito vedere che questa cucina è stata costruita piuttosto di recente
A seconda dell'amore dei membri della famiglia per le novità - o viceversa: il loro attaccamento alla tradizione - i cambiamenti nelle cucine moderne possono essere più o meno evidenti. Tuttavia, dobbiamo eseguirli, perché solo grazie a loro siamo in grado di soddisfare le esigenze del presente. Tanto più perché siamo cambiati fisicamente nell'ultimo mezzo secolo. Tutte le ricerche indicano che le società dell'Occidente ampiamente compreso stanno diventando sempre più alte e questo, insieme al progresso tecnologico, non può rimanere senza impatto sulle dimensioni e sulla disposizione dei mobili e degli elettrodomestici da cucina.
Pensa al futuro
Una cucina ben pensata e ben progettata non solo ha la possibilità di soddisfare le esigenze estetiche, funzionali ed ergonomiche di oggi, ma anche di diventare un ambiente a supporto del funzionamento della famiglia. Pertanto, è meglio prendersene cura nella fase di creazione di un design per la casa. Allora vale la pena definire con precisione le vostre aspettative sulla forma, le dimensioni, l'attrezzatura e l'aspetto della cucina, perché da esse dovrebbe dipendere la disposizione funzionale degli interni dell'intera casa. Se lasciamo che l'architetto conosca le nostre esigenze, abitudini e abitudini, sarà in grado di migliorare e "personalizzare" il design. Ogni informazione è importante, sia per quanto riguarda l'estetica degli interni che quellache definisce la nostra esperienza relativa alla comodità di utilizzare vari mobili o dispositivi.
Per poter utilizzare bene lo spazio della cucina e potervi lavorare a lungo senza dolore alla schiena o alle gambe e senza urti con altri utenti (derivanti dalla disposizione dei mobili), è necessario assicurarsi che la sua attrezzatura soddisfi i requisiti di ergonomia. Ciò ti consentirà di eliminare l'impatto negativo del lavoro sul nostro corpo, prenderti cura della sua sicurezza e comfort. Puoi vedere di persona quanto sia importante, anche stimando il tempo trascorso in cucina a preparare i pasti e pulire. Supponiamo che la colazione richieda 30 minuti, la cena - 1 ora. 30 minuti e cena - 20 minuti. Questo è un totale di due ore e mezza durante il giorno! Eppure in molte case ci saranno personeche impiegano molto più tempo a preparare i pasti. Quindi c'è qualcosa per cui combattere.
Alcune regole che è meglio non dimenticare I
ricercatori di ergonomia della cucina hanno determinato la divisione ottimale della cucina in zone funzionali, e quindi - la disposizione più funzionale di queste zone. Indipendentemente dallo stile e dalle dimensioni della sala di preparazione del cibo, vale la pena tenere d'occhio questo layout. Ciò salverà gli utenti da inutili "vagabondaggi" e faciliterà tutte le attività in cucina. Suddivisione in zone della
cucina
La suddivisione della cucina in zone funzionali è il risultato della separazione formale e dell'ordinamento del lavoro che viene svolto nello spazio destinato alla cottura in casa. Oltre alla lavorazione e alla cottura dei pasti, questi includono: lavaggio, conservazione e stoccaggio.
Avvertimento! Quando si determina l'ordine delle zone, è necessario ricordare che è più conveniente per i destrimani andare in senso orario e per i mancini - nella direzione opposta.
Essere consapevoli delle zone e adeguare i mobili previsti in una data zona ai compiti che svolge facilita notevolmente il lavoro in cucina e consente un utilizzo ottimale dello spazio. Organizziamo:
- Zona dispensa. Qui è dove facciamo scorta e immagazziniamo piatti pronti e semilavorati. Pertanto, vale la pena posizionarlo il più vicino possibile all'ingresso della cucina. Ciò consentirà di accorciare il più possibile il percorso di trasporto degli acquisti verso il luogo previsto. Affinché la zona svolga bene i suoi compiti, dovrebbe includere: un frigorifero, armadi per la conservazione di prodotti sfusi, acqua o merci in scatola (preferibilmente di tipo cargo), nonché vari cestini per verdure e altri prodotti. In questa zona è bene prevedere anche un piano di lavoro, lungo circa 40-60 cm, sul quale verranno pretrattati i prodotti - disimballaggio, cernita e taglio. Il posto più comodo è tra il frigorifero e il lavello.
- Zona lavaggio. Qui i prodotti vengono preparati per ulteriori lavorazioni: lavaggio, sbucciatura, pulizia. Avrai bisogno di: un lavello, spazio per la raccolta e la segregazione dei rifiuti, oltre a una lavastoviglie e un altro pezzo di piano di lavoro lungo almeno 60-100 cm per preparare il cibo per la lavorazione termica. In questa zona, dovremmo fornire un posto per coltelli, colini, un robot da cucina o un mixer.
- Zona cottura. In questa sezione avrai bisogno di armadietti per riporre pentole, microonde, forno e piano cottura, tutto a portata di mano.
Il flusso di lavoro della cucina dovrebbe terminare con un piano d'appoggio per posizionare piatti caldi e preparare cibi che non richiedono cottura, nonché per decorare i piatti. In questa zona, è conveniente avere armadietti con stoviglie e altri oggetti usati per decorare la tavola.
Configurazioni della cucina La
cucina meglio organizzata ha zone funzionali disposte in modo tale che il percorso che percorriamo tra di loro abbia la forma di un triangolo. È quindi il più breve possibile e allo stesso tempo il più efficace.
L'ordine in cui si trovano i dispositivi più importanti e la relazione tra loro è importante. A volte è sufficiente impostarne uno solo
dagli elementi che compongono un puzzle da cucina per estendere più volte il percorso di spostamento nella stanza.
Naturalmente, i mobili delle nostre cucine sono disposti in modi diversi. Tutto dipende dalla forma e dalle dimensioni della stanza. Alcune configurazioni soddisfano meglio il postulato del triangolo, altre un po 'peggio. Tuttavia, sforzarsi di seguire il layout del "triangolo" aiuta a disporre la stanza in modo che sia confortevole per gli utenti.
- Layout a doppia fila: consente di disporre tutti gli elementi necessari perfettamente secondo il principio del triangolo di lavoro. Condizione: la distanza tra due file di armadi deve essere di almeno 90 cm (preferibilmente circa 120 cm).
Avvertimento! Nella disposizione più stretta, la porta d'ingresso può interferire con le porte degli armadietti.
- Layout a doppia fila con isola - offre grandi possibilità di disposizione. Se aggiungiamo un tavolo da pranzo, il percorso per servire i piatti verrà ridotto. La dimensione di un tale sistema dipende dalla funzione che vogliamo dare all'abitazione dell'isola. Le dimensioni minime delle isole che garantiscono il comfort di utilizzo sono 80 × 60 × 85 cm (lunghezza / profondità / altezza). Se l'isola è più piccola, perderà il suo carattere e inizierà ad assomigliare a un piano di lavoro aggiuntivo. Una vera isola può essere organizzata in una cucina di almeno
15 m2, preferibilmente di 25 m2.
- Layout a forma di U - sebbene soddisfi perfettamente i requisiti del triangolo di lavoro, è adatto solo per stanze più grandi. Permette di realizzare i percorsi più brevi tra le zone, proprio come una cucina con isola crea buone condizioni per lavorare insieme, e in una cucina aperta facilita anche la separazione visiva del suo spazio dalla sala da pranzo o dal soggiorno.
- Disposizione a forma di L - richiede una stanza larga almeno 270 cm. I mobili della cucina perpendicolari favoriscono il posizionamento di un tavolo da pranzo nello spazio della cucina.
- Layout a forma di G - consente di posizionare una lunga linea di cucina in una piccola area Il suo svantaggio è un gran numero di elementi angolari, che può rendere difficoltoso l'utilizzo degli armadi (rischio che ante e cassetti si blocchino a vicenda) e comportare spese per allestimenti interni costosi (es. Cestelli rotanti e ripiani). Il layout ha confini chiaramente definiti, il che può essere vantaggioso in un ampio spazio aperto di un soggiorno. Negli interni più piccoli, una tale chiusura può causare una collisione tra i membri della famiglia che utilizzano contemporaneamente la cucina.
- Layout a fila singola - sebbene abbastanza comune, è il meno favorevole dal punto di vista del principio del triangolo di lavoro. Il minimo di comfort garantisce il giusto ordine delle zone cucina.
Non necessariamente in modo uniforme
I tempi degli "urawwistovki" in cucina sono ormai alle spalle e seguire le regole non deve significare mancanza di libertà. Ora è opportuno (e necessario!) Adattare la cucina alle proprie esigenze. Ricorda che la comodità è ciò che conta e sforzarti di ottenerla significa concentrarti sulla varietà. Armadi identici e persino i piani dei tavoli appartengono al passato, lasciando il posto a libere configurazioni di mobili progettati tenendo conto della forma e delle dimensioni degli elementi che devono adattarsi al loro interno. L'altezza dei mobili nuovi "rilasciati" viene adattata alle attività che verranno eseguite con essi.
Si noti che c'è anche una grande libertà nei colori e nello stile della finitura. Frontali di mobili in vari colori, ripiani aperti, vari materiali (legno e laminati si intrecciano ora con vetro, acciaio e ceramica): questi sono i tratti caratteristici del design contemporaneo della cucina. È diventato dinamico come i tempi in cui viviamo. Niente deve essere definitivo e permanente; tuttavia, ogni elemento deve essere facilmente adattato alle esigenze specifiche: deve essere prima di tutto flessibile e universale.
Abituati a piani di lavoro sospesi ad una sola altezza, dettati dalle dimensioni standard dei mobili da cucina, raramente si pensa che sarebbe più conveniente variare questa altezza. Nel frattempo, come in altri settori della nostra vita, l'uguaglianza non sempre funziona. Vale la pena cambiare le abitudini il prima possibile e creare un luogo più confortevole dove lavorare ai pasti.
La diversa altezza dei piani di lavoro (così come la loro larghezza) conferirà anche alla cucina un carattere più moderno.
Il piano di lavoro può essere posizionato a quattro diverse altezze, a seconda delle attività che si intende eseguire con esso. Grazie a questo, eviteremo dolorose flessioni durante la preparazione dei pasti, e così salveremo colonna vertebrale e gambe, e ogni membro della famiglia potrà trovare un posto per sé. Ciò è particolarmente importante nelle case i cui abitanti differiscono notevolmente in altezza.
Comode altezze dei piani dei tavoli
A seconda della destinazione d'uso sono:
- "bar" - con piano alto 100-110 cm. Utile per riporre gli oggetti tra le mani, per visualizzare un libro di cucina o una rivista con una nuova ricetta e per consumare pasti veloci stando in piedi;
- "maneggevole" - con un piano alto 90-100 cm. È comodo per tagliare e affettare le verdure e per tutte le attività che non richiedono un grande sforzo dell'avambraccio;
- "funzionante" - con piano d'appoggio ad un'altezza di 80-90 cm. È ottimale quando eseguiamo lavori in cucina con maggiore sforzo sugli avambracci, ad esempio quando mescoliamo o grattugiamo e quando vogliamo vedere il nostro lavoro dall'alto. Cucinare con un fornello sospeso ad un'altezza tale da poter facilmente sbirciare in una pentola alta sullo sfondo è molto più piacevole di quando devi arrampicarti in punta di piedi;
- "extreme" - con un piano ad un'altezza di 70-80 cm. È utile in tutte le situazioni in cui è necessario un grande sforzo fisico e il coinvolgimento non solo delle spalle ma anche della tracolla. Sarà apprezzato da tutti coloro che capiterà di impastare un impasto con le mani o di arrotolarlo.
Mobili su ruote
Negli ultimi anni, nei progetti di cucine, troviamo sempre più spesso armadi mobili che fungono da comodi tavoli. Tali mobili mobili consentono di adattare rapidamente la cucina alle proprie esigenze. Sono anche un chiaro segnale dei cambiamenti che stanno subendo le nostre cucine. Un tempo rigide e statiche, acquistano dinamismo e flessibilità, facilitando il funzionamento quotidiano della casa.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Pompe e filtri per laghetti

Quest'anno vorrei allestire uno stagno nel mio giardino. Cosa devo fare per evitare che si trasformi rapidamente in una pozzanghera puzzolente? Krystyna F., Pułtusk…

Pesce di stagno

Quando rifornire uno stagno? Il pesce si acclimaterà nella nuova vasca? Anna Zielińska, Kutno…

La strada per l'acqua piovana

Vivo a Podkarpacie, dove spesso cadono brevi piogge intense. Vorrei raccogliere l'acqua che scorre dal tetto e poi, quando è secca, annaffiarla ...…

Bordo - sul bordo del prato

L'anno scorso ho aperto un giardino. Intorno al grande prato ci sono aiuole fiorite con arbusti e piante perenni. Già nella prima stagione però ho notato ...…