Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

La storia di questa casa è iniziata molto tempo fa con una battuta di caccia ai funghi. Poi un amico dei nostri ospiti, che si è avventurato nelle foreste della Warmia, invece di un altro gruppo di farfalle, si è imbattuto in una bellissima radura circondata da una vasta foresta, scendendo verso il lago. Accanto ad esso, la superficie di un altro lago brillava con l'adiacente vasto prato circondato da alberi. Nessun segno di presenza umana.

Colophon casa
Casa unifamiliare, camino, seminterrato
: 272 m2
Superficie terreno: 1 ha e 8 acri
Progetto architetto Joanna Kurpaska, laboratorio Jot-ka-I
Residenti: tre persone e un cane
Outback pieno di amici
Il posto era così bello che la storia si diffuse rapidamente tra tutti gli amici del raccoglitore di funghi. E poiché erano persone d'azione, decisero insieme che avrebbero fatto ogni sforzo per impossessarsi di questo pezzo di terra. E l'abbiamo fatto. In breve tempo, diversi ettari di terreno che all'epoca non erano stati coltivati acquisirono nuovi proprietari. Il terreno è stato acquistato per l'azienda, poi è stato suddiviso in parti più piccole, su cui la gestione è stata rilevata dalle singole famiglie.
I nostri ospiti, il signor e la signora Z., avevano un terreno con una collina naturale e accesso diretto al lago. Anche se possedevano già una casa in Warmia, decisero di fare un altro investimento e costruire una nuova casa. Le persone e le case cominciarono ad arrivare a una valanga dove avevano vissuto prima, il traffico automobilistico aumentò e il luogo perse il suo carattere idilliaco. E i nostri ospiti desideravano pace e tranquillità.
Provincialismo incluso
Oggi, su una collina appartenente ai signori e alla signora Z., c'è una casa che, da lontano, assomiglia a uno dei granai o stalle locali, caratterizzata da proporzioni armoniose e ottima fattura. Solo quando ti avvicini, puoi vedere che l'edificio ha una metrica molto più corta ed è tutto pieno di materiali e tecnologie moderne.
Non è un caso che la data di costruzione dell'edificio possa essere riconosciuta solo da una prospettiva ravvicinata. I proprietari terrieri tenevano molto che la loro interferenza in questa terra non cambiasse troppo il suo carattere e che il luogo, che un tempo li deliziava tanto, conservasse la sua bellezza.
- Sapevo fin dall'inizio che solo una casa nella tradizione edilizia locale poteva stare in questo paesaggio - dice il nostro ospite. - Questo è il motivo per cui abbiamo viaggiato con l'architetto nei villaggi circostanti e abbiamo fotografato gli esemplari più interessanti dell'antica architettura della Warmia (sfortunatamente, il più delle volte cadendo a pezzi), per seguirla durante la creazione di una casa.
Di conseguenza, l'architetto ha offerto agli investitori un edificio che sarebbe una sintesi di una stalla, fienile e fucina: basso, vicino al suolo, con un tetto a due falde e rivestito con mattoni impiallacciati.
In vista dei proiettili
Al fine di spezzare la caratteristica monotonia del percorso allungato dell'edificio e sottolineare i forti legami della sua architettura con i tradizionali edifici rurali, l'autore del progetto ha proposto di tagliare il corpo con una sorta di passaggio, un ampio disimpegno che separa la parte privata dall'area pubblica.
Lo spazio estremamente attraente così ottenuto - riscaldato da un caminetto nelle giornate fredde, con una porta vetro in acciaio posta su entrambi i lati dell'edificio (qui è stato utilizzato un meccanismo simile a quello usato per le porte dei garage) - è un luogo perfetto per incontri familiari e amichevoli.
I cancelli in acciaio possono essere chiusi, inclinati o aperti a seconda del tempo. Entrambe le potenti ali sono nascoste grazie a una parete appositamente sagomata, nella parte del garage della casa. È difficile anche solo per chi non lo sapesse indovinare la loro presenza. Lo spazio del corridoio diventa quindi un frammento del paesaggio circostante. Questa apertura alla natura è ulteriormente enfatizzata da un lucernario posto nel tetto, attraverso il quale penetrano all'interno sia i raggi del sole che la luce della luna.
Alla ricerca dell'unità
Mentre il corridoio divide la casa in due parti, il ponte che corre in alto integra l'interno in un tutto. La struttura in acciaio della piattaforma, ovviamente, serve principalmente alle funzioni di comunicazione, consentendo il movimento senza collisioni tra le singole stanze al piano superiore della casa, ma ha anche un importante ruolo estetico da svolgere. Termina con le scale che scendono, che - sorprendentemente - divergono su due lati, il che non è in alcun modo giustificato dalla struttura o dalla funzione della casa.
- È stata una mia idea. Volevo che le scale modellate in modo tale da diventare uno schermo naturale che separa il soggiorno dalla cucina e dalla zona pranzo - spiega l'investitore.
Il tramezzo così realizzato, insieme al camino, crea infatti un corpo decorativo sfaccettato che costituisce il centro della casa. Da un lato, nel soggiorno, ci si può rilassare sui comodi divani. In secondo luogo, preparare i pasti e mangiarli nella grande tavola familiare.
L'open space al piano terra è completato da camere da letto - piccole, separate da un bagno.
- Ho deciso che le camere da letto non devono essere troppo grandi in questo tipo di casa, che grazie alla sua posizione è orientata ad un piacevole soggiorno. Tutto quello che devi fare è dormire comodamente in loro - dice il nostro ospite.
Al primo piano, da un lato, si trova una camera per gli ospiti posta sopra l'autorimessa, composta da un vano, cucina e bagno, e dall'altro - l'ufficio del padrone ad esso collegato da un ponte aereo, preceduto da una biblioteca. Di fronte alla biblioteca, sempre al piano rialzato, è presente un angolo TV.
Rapporto armonioso senza essere amichevole
La maggior parte dei mobili della casa è realizzata dal designer di casa. Non sono molti, favoriscono il comfort dei residenti e si integrano perfettamente con l'intero interno. Sono stati parzialmente integrati con mobili di recupero, ricercati dall'architetto nei villaggi circostanti. Grazie a questo possiamo ammirare un bellissimo armadio antico in rovere e un classificatore in legno con cassetti, acquistato per l'ufficio del maestro da una biblioteca liquidata.
Si tratta di un interno industriale con elementi in cemento grezzo e acciaio utilizzati nella progettazione e costruzione dei quali è in contrasto piallato con la natura rigogliosa che circonda la casa, lasciata nel suo stato naturale. I proprietari consapevolmente non intendono interferire in alcun modo con il paesaggio circostante. Pertanto, tra l'erba non falciata, vari alberi e arbusti, il più delle volte autoseminate, crescono liberamente qui, creando un'immagine incontaminata della natura come l'hanno vista i proprietari quando sono entrati per la prima volta in questo luogo.
Esperienze del proprietario
Se dovessi ricostruire questa casa da zero, non cambierei nulla. Tutto è esattamente come volevo e immaginavo. Tutto funziona molto bene nell'uso quotidiano. Sono particolarmente soddisfatto dell'atrio al centro dell'edificio. È funzionale in qualsiasi periodo dell'anno, arricchisce gli interni e diversifica la vita degli abitanti della casa.
Consiglio l'installazione di dispositivi a casa che consentono il controllo remoto del riscaldamento nell'edificio. Costa diverse migliaia di zloty, ma è molto facile usare la casa. Quando non ci siamo la temperatura interna rimane costante, intorno ai 5 ° C. Per poter entrare in una casa ben riscaldata, prima di lasciare Varsavia, invio un breve messaggio di testo "riscaldamento" tramite il mio cellulare, che accende i dispositivi di riscaldamento. Di conseguenza, all'arrivo, a casa ho una temperatura di 22 ° C. In modo simile, ma già fuori mano, avvio anche il boiler dell'acqua calda.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari