Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

La via di casa
Abbiamo costruito la nostra prima casa insieme a mia moglie Halina alla fine degli anni '70 secondo un progetto tipico di quei tempi. Il tetto a due piani, a forma di cubo, aveva un tetto piatto e il piano terra e il primo piano si trovavano su alte cantine sopra il terreno. Le pareti in blocchi di calcestruzzo di scoria non avevano isolamento (è stato lasciato uno spazio d'aria di cinque centimetri tra gli strati del muro). Il tetto piano senza gronda è stato rivestito in lamiera.
Quando ci siamo trasferiti in questa casa nel 1980, siamo rimasti molto contenti: all'epoca l'edificio era di alto livello. Nel corso degli anni le nostre esigenze hanno cominciato a cambiare. Quello che ci è mancato di più è stata la visione della trama. La disposizione degli interni nel nostro "cubo" è stata progettata in modo opposto rispetto a quanto si pratica oggi: il soggiorno era sul lato anteriore e si affacciava sulla strada e sulle proprietà confinanti. È stato terribile per noi, così come il fatto che dalla terrazza situata sul lato dell'edificio - a un'altezza di 2 me proprio accanto al terreno, potevamo vedere la casa del nostro vicino e solo un pezzo stretto della nostra terra. Inoltre, tutte le stanze erano basse (2,5 m) e piccole. La superficie del soggiorno era di soli 26 m2!
Quando i bambini sono diventati indipendenti, abbiamo anche finito i parcheggi: la sera la casa era letteralmente circondata dai nostri veicoli. Ogni anno la modernizzazione è diventata sempre più necessaria.
Brevetti per il risparmio
La maniglia ha scattato quando il tetto ha iniziato a perdere e abbiamo dovuto sostituirla completamente. A 20 anni dalla costruzione del nostro edificio, abbiamo deciso di effettuare una ristrutturazione e ampliamento di "sollevamento". Nella facciata posteriore abbiamo realizzato un ampio garage (67 mq) e sopra di esso un soggiorno con sala da pranzo (64 mq) e terrazze. Abbiamo rivestito l'edificio ampliato con un tetto mansardato rifinito con piastrelle in ceramica, che gli ha dato una nuova forma architettonica. Abbiamo utilizzato materiali da costruzione sani e moderni, sottolineando un attento isolamento dell'edificio. Le pareti esterne monostrato della parte aggiunta (realizzate con blocchi ceramici MAX) sono state protette dalle dispersioni termiche con uno strato di polistirolo di 12 cm, le pareti esterne della parte vecchia della casa - con uno strato di 8 cm,il soffitto sopra il primo piano - uno strato di lana minerale (25 cm) e tetti piani nella parte vecchia e nuova dell'edificio - 30 cm. I tetti sono fissati con lamine: antivento e permeabile al vapore. Abbiamo installato finestre e porte moderne nella parte vecchia e nuova dell'edificio.
Riscaldavamo la nostra casa con una stufa a carbone. Durante l'espansione, abbiamo cambiato il tipo di riscaldamento dal carbone al petrolio, che all'epoca era molto economico. Abbiamo installato una nuova stufa a gasolio nel locale caldaia e sostituito il sistema di riscaldamento in acciaio e i radiatori in ghisa con un impianto in rame e convettori. Abbiamo posizionato i serbatoi dell'olio sotto la terrazza laterale; per non rovinare la trama, l'abbiamo chiusa con muri di mattoni (abbiamo lasciato solo la valvola per il riempimento del contenitore all'esterno). Un forno a doppia funzione che riscalda l'edificio e l'acqua in un serbatoio da 150 litri. Un'ulteriore fonte di calore è un inserto per camino in ghisa montato nel soggiorno aggiunto. Riscalda perfettamente una stanza alta e aperta (4,5 m di altezza nella parte superiore del tetto piano).
Per risparmiare elettricità, abbiamo installato sensori di movimento in tutta la casa, che spengono automaticamente l'elettricità quando usciamo dalla stanza.
I soldi non sono così male
Abbiamo anche cambiato il modo di smaltimento delle acque reflue. Abbiamo sostituito la tradizionale fossa settica con un depuratore ecologico (con drenaggio), perché più facile ed economico da usare. Attingiamo l'acqua per le necessità domestiche dalla rete idrica e la utilizziamo per 150 al mese.
Recentemente siamo giunti alla conclusione che dobbiamo rinunciare al gasolio per il riscaldamento a favore di una stufa a pellet (7000 verranno ammortizzati dopo due anni), perché il riscaldamento con gasolio genera costi maggiori. Qualche anno fa abbiamo iniziato con un prezzo di 37 groszy / l, e ora paghiamo ben oltre 2 / l. Usiamo circa 6.000 litri all'anno, che sono 10.000. Per ora, cercando di ridurre il costo del riscaldamento, ogni volta che possiamo (lavoriamo ancora professionalmente), fumiamo nel camino. Ogni anno bruciamo circa 5 m3 di legno della nostra foresta (di cui ne risparmiamo almeno 500). Abbiamo anche altri piani di "risparmio". Sostituiremo l'attuale inserto del camino con una camicia d'acqua e lo collegheremo a una nuova stufa, riscaldatori e collettori solari.L'ampliamento della casa ha portato a tetti rivolti a sud, perfetti per il montaggio dei collettori. Se, grazie a dispositivi più moderni, possiamo avere acqua calda e riscaldamento più economici, perché non utilizzarli? Tutte le nostre attuali attività si stanno muovendo in questa direzione.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Giardino giapponese - e-giardini

Il giapponese, sobrio e prudente per natura, crea un giardino secondo il principio: conoscere, riflettere e rifinire i dettagli. Non c'è spontaneità qui.…

Terrazza verde - e-giardini

Se la vista poco interessante dalla finestra non ti incoraggia a rilassarti sul balcone, è sufficiente creare uno schermo pittoresco.…

Un angolo fiorito - e-garden

Trasformiamo il luogo trascurato accanto alla fattoria in un angolo colorato che decorerà la zona d'ingresso della casa e amplierà il giardino.…

Sconto arbusto - e-giardini

Lo sconto con tulipani arancioni, gialli e rossi è un'ottima proposta per rallegrare l'inizio della stagione…