Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Questo è come abbiamo vissuto.
Anche se abbiamo studiato nel Tri-City, dopo la laurea siamo tornati alla nostra città di Olsztyn, dove siamo riusciti a trovare un lavoro. Dopo due anni, Edyta ha ricevuto un'offerta per trasferirsi nella filiale della sua azienda a Varsavia. Abbiamo deciso di approfittare di questa offerta e nel 2000, insieme alla nostra figlia di un anno, ci siamo trasferiti nella capitale.
Vivevamo in condomini a Gocław, in un appartamento in affitto con una superficie di 57 m2. Inizialmente pensavamo di affittarli solo per un anno, e nel frattempo avremmo provato a fare qualcosa di nostro. Si è scoperto, tuttavia, che i prezzi degli appartamenti nella capitale sono vertiginosi: il piccolo appartamento che abbiamo occupato costava fino a 300.000! Poi abbiamo deciso che era meglio comprare un piccolo appezzamento con una casa vicino alla città.
Abbiamo iniziato a cercare un appezzamento, o meglio - un piccolo appezzamento con una piccola casa - dalla più vicina periferia di Varsavia. Abbiamo trascorso quasi ogni fine settimana in giro per la zona. Abbiamo visitato Białołęka, Pyry, Wesoła, Józefosław, ma era troppo costoso ovunque. Ci sono voluti più di sei mesi, finché un giorno abbiamo trovato un appezzamento di terreno relativamente vicino, a soli 20 chilometri dalla città. Ci è piaciuto in particolare il fatto che fosse situato in una piccola città urbanizzata, non in un campo aperto o in un complesso residenziale completamente nuovo (quindi avremmo sostenuto i costi dell'urbanizzazione) e che avesse tutte le utenze: acqua dalla rete idrica comunale, gas, sistema fognario e una buona comunicazione con la città (c'erano strade asfaltate e rapidamente ripulite dalla neve intorno,su cui c'erano autobus extraurbani). Nel villaggio c'erano anche un asilo, una scuola, un centro sanitario, un ufficio postale e negozi di base.
La trama era adatta per noi - 1000 m2. Il prezzo era abbordabile. Lo svantaggio della proprietà era che si trovava a 55 metri dalla strada principale, quindi dovevamo prepararci per i maggiori costi di collegamento del futuro edificio a tutte le utenze. Questa lontananza dalla strada, tuttavia, forniva intimità, ideale per una famiglia con un bambino piccolo.
Abbiamo rapidamente preso una decisione: stiamo acquistando! E poi è stata posta una domanda che avremmo dovuto porci molto tempo prima: per cosa?
I soldi non sono poi così male
Abbiamo già appreso nella banca selezionata che per accendere un mutuo dobbiamo prima presentare il cosiddetto proprio contributo. Sebbene esistessero altre banche che fornivano prestiti globali (sia per l'acquisto di proprietà che per la costruzione di una casa) e quindi non richiedevano questo contributo, non eravamo soddisfatti della loro esigenza di assumere un appaltatore generale o alcune società più piccole (perché la banca richiedeva fatture statunitensi per la manodopera). Nel frattempo, avevamo un'idea più economica e più sicura per la nostra casa. Volevamo costruirlo in modo economico, tanto più che il padre di Edyta, un esperto site manager, ha accettato di organizzare e gestire l'intero investimento.La sua disponibilità ad aiutare è stata inestimabile per noi e ha portato a risparmi davvero grandi.
Non ci restava altro da fare che organizzare un "family drop". Il denaro così preso in prestito è stato utilizzato per l'acquisto di un appezzamento di terreno, che abbiamo poi portato come contributo proprio richiesto nei colloqui con la banca. In questo modo, un anno dopo esserci trasferiti a Varsavia, eravamo pronti per iniziare il nostro primo investimento nella vita.
Abbiamo ricevuto un prestito bancario per 25 anni, quindi abbiamo la possibilità di rimborsarlo 10 anni prima del pensionamento. Siamo stati pagati in quattro rate.
Dopo aver utilizzato ogni tranche, un ispettore si è recato in cantiere e ha registrato lo stato di avanzamento dei lavori. Solo allora la banca ce ne ha dato un altro.
Non abbiamo iniziato a rimborsare il debito fino a un anno dopo aver utilizzato il prestito (durante il primo anno non abbiamo rimborsato il capitale, ma solo gli interessi, che in quel momento era una comodità molto importante). Quindi, nel primo anno, abbiamo pagato alla banca 600 PLN al mese e negli anni successivi, quando abbiamo iniziato a rimborsare il capitale, questo importo è aumentato a 2.300 PLN. Fortunatamente, non abbiamo più affittato un appartamento (l'affitto ci è costato 1.500 e in media 500 - tutte le altre spese).
Anche se inizialmente avevamo programmato di lasciare la soffitta incompiuta, abbiamo cambiato idea già durante la costruzione. Abbiamo deciso che sarebbe stato il migliore per noi e, paradossalmente, il più economico. Certo, l'adattamento della soffitta ha consumato denaro aggiuntivo, poiché costava 20.000 PLN aggiuntivi, ma oggi non ce ne pentiamo. Abbiamo evitato il caos edile e il lavoro fastidioso in futuro. Forniremo l'attico finito lentamente, a seconda delle nostre possibilità finanziarie.
La strada di casa
Quando abbiamo pianificato la costruzione di un nido familiare, volevamo farlo rapidamente e nel modo più economico possibile. Abbiamo scelto il progetto, non avendo ancora una trama. La casa doveva essere piccola, ma espandibile. L'abbiamo costruito e terminato in un anno, ma sono passati quasi due anni tra l'acquisto del terreno e il trasloco in una nuova casa. Abbiamo impiegato più di sei mesi per organizzare le formalità notarili e le licenze edilizie e per collegare le utenze necessarie all'edificio.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Un giardino per pochi soldi - e-gardens

Come organizzare in modo efficace il giardino dei tuoi sogni e non andare in bancarotta? Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarti a farlo a un costo inferiore…