Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Casa unifamiliare
Autori del progetto: Pracownia Architekticzna Poznań-Projekt
Pow. Casa: 350 m2 di
superficie. Piazzole: 2.500 m2
Residenti: una coppia sposata con due figli adolescenti
I proprietari di questo edificio situato alla periferia di Poznań hanno voglia di vivere in un museo o in un'altra struttura per la visione e le visite turistiche nei fine settimana. Ci sono giorni in cui vengono da loro una dozzina di macchine. Alcuni dei nuovi arrivati chiedono addirittura di poter entrare in modo da poter vedere anche l'interno.

Bei inizi difficili
I nostri ospiti hanno vissuto all'estero per quattordici anni, nel Kent e dintorni. Durante il loro soggiorno all'estero, hanno sognato che dopo il ritorno in Polonia avrebbero costruito una grande casa confortevole in cui ciascuno dei quattro membri della famiglia avrebbe avuto il proprio asilo. Si sono preparati molto accuratamente per realizzare i loro sogni. Mentre erano ancora all'estero, hanno fatto molti viaggi, durante i quali hanno guardato case nella zona di loro scelta. Hanno fotografato ciò che gli piaceva, chiesto soluzioni costruttive e persino dettagli specifici. Quando sono tornati in Polonia, avevano già una visione pronta della loro casa nelle loro teste. Quindi è sembrato loro che fosse sufficiente acquistare un terreno edificabile, contattare un architetto,dotalo delle foto giuste e la casa sarà costruita in pochissimo tempo.
Hanno iniziato cercando un luogo adatto. Ci sono voluti una settimana per trovarlo. E si adattano persino al tempo! Hanno trovato un terreno edificabile con una superficie di 2.500 m2, situato proprio come volevano (alla periferia di Poznań, ma in un'area associata a un villaggio piuttosto che a un'enclave di ville suburbane, con numerose foreste intorno), hanno trovato quasi immediatamente. Sfortunatamente, quella fu la fine della fortuna.
Un po 'una seccatura
Quando la trama divenne di loro proprietà, i problemi iniziarono immediatamente. Prima di tutto, si è rivelato un compito molto difficile trovare un architetto che capisse le loro aspettative e i loro sogni e che potesse vedere quello che vedevano nelle foto che hanno presentato. Sapevano di essere clienti difficili, ma non avrebbero rinunciato alla loro visione dei sogni. Quindi, quando hanno iniziato a parlare con il designer, queste difficoltà di comprensione hanno comportato notevoli ritardi nei lavori sul progetto.
Per stare al passo con il tempo che passa, i nostri ospiti, parallelamente al lavoro sulle modifiche al progetto, hanno cercato materiali adeguati per la loro casa. E poiché sognavano un edificio in mattoni rossi non intonacati con elementi in legno della struttura visibili sulle facciate, dovevano trovare il giusto materiale da costruzione, compreso il giusto legno.
Dopo una lunga ricerca, siamo finalmente riusciti: sia i mattoni che le travi provengono da un vecchio mulino ad acqua di oltre 200 anni, che era appena in fase di smantellamento nella zona.
I materiali si sono rivelati esattamente quello che stavano cercando, quindi si sono sentiti felici. Con tutto il divertimento maggiore ricordano gli sguardi compassionevoli dei dipendenti dell'azienda che organizza il trasporto dei mattoni, chi non riusciva a capire perché gli investitori, che non sembravano poveri, avessero bisogno di mattoni vecchi e danneggiati?
Come dicono i padroni di casa, inaspettatamente molti problemi di costruzione sono stati causati dalla costruzione e dalla copertura del tetto, sebbene un tetto a padiglione con una pendenza di 45 gradi non dovrebbe essere qualcosa di sconosciuto in Polonia.
Un elemento caratteristico dell'edificio è una grande finestra nella sala da pranzo, che apre una bella e ampia vista sul giardino. I proprietari erano molto entusiasti di tali vetri, riferendosi ai vetri visti nelle case di campagna nel Regno Unito, ma oggi ammettono che la sua creazione è stata un tormento. Fortunatamente, c'era un giovane falegname che ha affrontato questo compito. I vetri con dimensioni di 5 × 8 m sono stati installati in tre parti.
Le finestre rimanenti hanno muntins in piombo, mentre il piombo, come tutta la ferramenta in metallo per porte e vasi di fiori, doveva essere portato dall'Inghilterra - in Polonia non è stato possibile trovare nulla che soddisfacesse i requisiti dei proprietari.
Comodità e buchi nel pavimento
I proprietari volevano che la loro casa fosse il più funzionale possibile. Quindi, ad esempio, ci sono due ingressi all'edificio. Oltre a quello più importante, quello anteriore, ce n'è un altro - ripostiglio, posto a fianco del garage, dal quale attraverso la dispensa si accede direttamente alla cucina, grazie alla quale non è necessario fare la spesa a metà appartamento.
Nella hall, nella sala da pranzo, nella cucina e nei locali di servizio, i pavimenti sono rivestiti con piastrelle di ceramica, sotto le quali, come in tutti i bagni, è installato il riscaldamento a pavimento. Nelle altre stanze i pavimenti sono rivestiti con parquet in rovere tinto e rifiniti con battiscopa alti.
Gli interni sono decorati con colori luminosi. Sebbene molto spaziose, sono accoglienti e calde. Ciò è certamente dovuto ai colori luminosi e solari che dominano tutta la casa e alla grande quantità di legno, oltre a cianfrusaglie e piante accuratamente selezionate in ogni stanza.
La scelta dell'illuminazione per la sala da pranzo ha richiesto molto tempo ai proprietari. Dopo molti tentativi, hanno inventato loro stessi un'enorme lampada forgiata per venti candele. Tuttavia, questa non è l'unica illuminazione per questa stanza, che è alta otto metri: sulle travi sono inoltre montate lampade alogene discrete e poco appariscenti.
Belle viti e alberi attirano l'attenzione in cucina e nella hall. Sebbene crescano sotto un tetto, sono piantati nel terreno. Già durante la progettazione della casa si progettavano i luoghi in cui successivamente si sarebbero dovute piantare le piante e si lasciavano appositi fori nella bocca di erogazione in questi punti, quindi si sono realizzati dei pozzi a 80 cm di profondità nel terreno. Grazie a questo, i proprietari non avranno mai problemi con i piccoli contenitori e le piante si sentono sicuramente meglio a contatto con il terreno naturale.
In attesa che i primi frutti dell'uva pendono dal soffitto, i padroni di casa sono contenti di essere riusciti a realizzare il loro sogno e di realizzare la visione della loro casa di essere tornati in Polonia. La realizzazione del sogno ha richiesto 30 mesi. Era passato così tanto tempo dall'inizio del lavoro di progettazione al giorno in cui potevano trasferirsi in casa.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

PATTERNS - Fiera del design di Varsavia

Il 22 giugno, le opere più interessanti di giovani designer saranno presentate nei moderni interni e nel giardino del Centro Culturale Praga Południe a Varsavia.…