Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Vista della casa dal giardino. Gli architetti hanno fatto ogni sforzo per enfatizzare la bellezza della foresta circostante dell'edificio. Le forme della facciata e la forma della casa erano "inscritte" tra i pini e le querce che crescevano intorno.
L'ingresso alla casa è sotto un tetto, lungo un filare di alberi. La persona che entra è "accolta" da elementi dell'architettura tra le due guerre, come un angolo arrotondato o un lucernario quasi di una nave sopra la porta.
Vista dalla sala da pranzo verso la cucina. Nonostante gli ampi spazi permettessero di chiudere comodamente le singole stanze, i proprietari hanno deciso di sostituire il muro portante con un travetto e di aprire la cucina alla parte rappresentativa della casa.
Uno sguardo in su dal grande salone con una scala attorno alla quale si dispongono gli interni. Il lucernario rotondo nel tetto ne sottolinea l'altezza e l'ampiezza.
Finitura del pavimento diversificata: un modo per contrassegnare le singole zone funzionali della casa. Qui il parquet in legno incontra il pavimento in pietra della hall. Il contatto di materiali così diversi di solito causa difficoltà di attuazione. Ma come ogni buon dettaglio, anche questo vale lo sforzo se vuole influenzare la bellezza degli interni.
Quando Jolanta e Jacek Kołomański arrivarono per la prima volta nel luogo in cui oggi si trova la loro casa, tutt'intorno c'era una pineta e non c'erano segni di strada o edifici. C'erano, tuttavia, pace e tranquillità, a cui tenevano, e … una massa di zanzare aggressive. Hanno quasi portato i futuri investitori a una rapida ritirata. Il signor Jacek perse persino interesse per la bellezza del luogo e pianificò una fuga verso l'auto, ma prevalse la gioia della signora Jolanta:
- Quei bellissimi alberi e l'aria non inquinata dai fumi della città. Ho subito sognato di rilassarmi in un ambiente simile. E le zanzare sono qua e non ci sono. E ci sono modi per farlo!
Buon incontro
Quando il terreno fu acquistato, i Kołomański iniziarono a cercare un progetto di una residenza confortevole per una famiglia di quattro persone. Tramite un agente che ha permesso loro di acquistare il lotto, hanno raggiunto lo studio JEMS Architekci, l'allora famoso studio di architettura di Varsavia. Il suo team si concentra sulla realizzazione di grandi strutture e raramente progetta case unifamiliari. La gioia degli investitori è stata tanto maggiore quando sono riusciti ad attirare l'interesse di noti architetti, specialisti in soluzioni di design originali e implementazioni di alta qualità. Gli architetti di JEMS sono vicini allo stile del periodo modernista e alle opere dei suoi rappresentanti più importanti, compresi quelli polacchi, nel periodo tra le due guerre.Gli investitori hanno apprezzato molto anche il clima architettonico degli anni '30, quindi hanno raggiunto rapidamente un accordo con i progettisti. La casa che hanno costruito è il risultato di questa convergenza di vedute e di una buona collaborazione tra investitori e architetti - grazie a questo, è stata creata un'architettura davvero di alta classe, che combina il fascino di una forma raffinata e una funzione funzionale rifinita in ogni dettaglio.
Fatta salva la natura che circonda la casa,
i Kołomański non avevano un'opinione precisa sulla forma della futura casa, quindi erano aperti a qualsiasi proposta sensata.
- Quindi abbiamo avuto un compito più semplice - affermano gli architetti. - I proprietari volevano solo che la futura casa avesse un atrio circolare con una scala che conduce fuori, e che potessero godere appieno del fascino della natura circostante.
La natura del lotto forestale e dei suoi dintorni ha favorito l'uso di soluzioni apprezzate dagli architetti di JEMS. Hanno deciso di progettare una casa che "si adattasse - come la definiscono - all'architettura degli alberi". Così hanno fatto ogni sforzo per garantire che nessuno dei bellissimi esemplari che crescono sul terreno dovesse essere rimosso e che un ruolo speciale sarebbe stato affidato agli alberi nella parte anteriore. In definitiva, l'edificio era costituito da blocchi semplici ed espressivi, dominati da linee orizzontali.
- A nostro avviso, una silhouette così modernizzata si trova nella posizione migliore in un paesaggio forestale. In contrasto con gli edifici coperti da un tetto a due falde, che in tali ambienti assomigliano a una casetta di guardia forestale o alla casa di Baba-Yaga - sottolineano i progettisti.
La modestia aggiunge bellezza
Sia all'esterno che all'interno della casa, è difficile trovare decorazioni inutili. Nonostante ciò, grazie al gioco dei piani murari in abbinamento alle grandi finestre disposte a fasce, all'edificio è stata conferita una forma che stuzzica la fantasia. Inoltre, è arricchito dalla trama ruvida e austera delle pareti esterne in mattoni. Il progetto presupponeva che sarebbero stati ricoperti di vernice, ma l'investitore ha abbandonato il progetto qui. Si è scoperto che i mattoni che sono stati acquistati a un prezzo speciale possono essere lasciati sulla facciata senza dipingere. È un normale mattone pieno, ma in qualche modo particolarmente bruciato - anche gli architetti hanno ammesso che le facciate, lasciate allo stato grezzo, sembrano grandiose.
Cammina sotto gli alberi
Il carattere rappresentativo della casa deve essere enfatizzato da un approccio "prolungato" attentamente progettato alla porta d'ingresso, il cui allungamento è sottolineato dalla linea degli alberi.
- Non è opportuno entrare nello spazio che circonda questo tipo di villa attraverso un qualsiasi cancello - commentano i progettisti. La naturale conseguenza di una tale collocazione dell'ingresso è un androne circolare, da cui uscivano le scale che conducono al primo piano con un ardito arco. Questa particolare soluzione della parte d'ingresso promette il carattere degli altri ambienti.
Tutto è al suo posto
Il piano terra della casa è uno spazio aperto, vasto, chiaramente diversificato nelle funzioni: soggiorno, sala da pranzo e cucina. Il soggiorno e la sala da pranzo si aprono su una terrazza completamente coperta e su una prospettiva del giardino con grandi finestre che formano una parete di vetro. Grazie a ciò, la foresta situata proprio dietro di essa è, in un certo senso, un elemento di decorazione d'interni.
La vicinanza dell'architettura e della natura circostante è favorita dal terrapieno piantumato con una bella vegetazione che raggiunge i bordi inferiori delle finestre del piano terra. Dà l'impressione che la casa emerga dalle profondità della terra - suggerisce che essa e l'ambiente circostante siano una cosa sola.
La vita quotidiana dei residenti si concentra al piano inferiore. Il primo piano è rigorosamente privato. Ci sono camere da letto con bagni separati per genitori e bambini.
I proprietari si sono avvicinati con sensibilità agli interni della loro casa. Consapevolmente si sono limitati a un piccolo numero di elementi necessari, in modo che nulla disturbasse l'armonia della disposizione spaziale dell'edificio, arricchita dalla vista che si estende oltre le finestre.
Nel punto d'incontro dei mondi
Secondo la pianta, il luogo più importante della casa è la cucina collegata con una spaziosa zona pranzo. Curata in ogni dettaglio, unisce l'eccellenza tecnica alla bellezza dei dispositivi qui raccolti. E allo stesso tempo, in combinazione con una zona pranzo altrettanto attentamente progettata, creando un insieme, in cui è possibile trovare un'atmosfera intima dai tempi da cui ha origine lo stile di design.
I Kołomański una volta vivevano nei paesi dell'Estremo Oriente e chiaramente qualcosa di quei climi penetrò nella loro sede familiare. La padrona di casa gestisce una cucina vegetariana composta da verdure e frutta tipiche di una determinata stagione. Offre un energico tè Mathubanka preparato secondo una ricetta indiana. Questo rituale è accompagnato da una rilassante musica reiki che trasuda da ogni dove, che si adatta sorprendentemente bene agli interni della casa, così radicati nell'architettura europea.
casa unifamiliare, a due livelli, in mattoni
Autori di design:
JEMS Architekci - Olgierd Jagiełło, Maciej Miłobędzki, Marcin Sadowski, Jerzy Szczepanik-Dzikowski
Superficie utile: 302 m2
Superficie del lotto: 1.005 m2
Residenti: una famiglia di quattro persone

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Dalla fine

Energico e spontaneo: allontanarsi dal lavoro…

Una lampada alla moda che puoi realizzare da solo

La lampadina, fino a poco tempo fa accuratamente nascosta sotto un paralume o paralume, oggi è diventata essa stessa una decorazione. Guarda come visualizzarlo in modo interessante. Questa lampada alla moda facilmente ...…

Cornice in schiuma

Per una foto di famiglia, un'immagine dipinta da un bambino: una cornice leggera. Nessuno sforzo o strumenti complicati. Costo dei materiali 10; tempo di esecuzione 1,5 ...…