Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Una casa in legno di larice circondata da un giardino simile a un parco. Qualche anno fa la facciata dell'edificio è stata dipinta di bianco, e il tetto è stato ricoperto di ardesia color grafite posta su listelli e contro-listelli inchiodati al feltro di copertura della cassaforma.
VEDI LA GALLERIA FOTOGRAFICA DELLA VILLA IN LARICE >> QUI La
villa prebellica con mansarda residenziale è nelle mani di una famiglia sin dalla costruzione dell'edificio, cioè dal 1932. Alina e Wiesław sono i terzi custodi di una casa costruita con tronchi di larice con facciata in assi. Come si addice ai buoni padroni di casa, continuano a migliorare qualcosa. Passo dopo passo, hanno adattato la vecchia casa alle esigenze del 21 ° secolo, mantenendo tutte le caratteristiche dell'architettura prebellica. Hanno cambiato il rivestimento del tetto, il colore della facciata, rinnovato le porte e finestre in larice ben conservate, adattato l'attico e gli angoli e le fessure del sottotetto in precedenza inutilizzati.
Una casa estiva per residenza permanente
Una casa in legno con un seminterrato parziale con un sottotetto residenziale fu costruita nel 1932-35 dal nonno della signora Alina, che voleva fornire a una famiglia di cinque persone un luogo confortevole per le vacanze. Non pensava allora che la casa sarebbe presto diventata il suo unico rifugio. È successo dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale, quando un appartamento in Ul. Ul. A Varsavia è stato bombardato. Poi l'intera famiglia si trasferì definitivamente nella "casa estiva", benedicendo il falegname che una volta la persuase a creare tre minuscole stanze nella soffitta (secondo il progetto originale, la soffitta doveva essere inutilizzata). Fu grazie a questa piccola correzione che l'occupazione fu spesa lontano dal tumulto delle guerre a Varsavia.
Trasferirsi in città, tuttavia, non ha salvato i membri della famiglia da transizioni drammatiche. La loro casa fu temporaneamente scelta da un ufficiale della Wehrmacht come quartier generale. Come ci racconta la signora Alina, ogni volta che era possibile, mio nonno organizzava riunioni segrete a casa sua e nascondeva una stazione radio in soffitta (gli attuali proprietari hanno trovato un nascondiglio nel pavimento durante i lavori di ristrutturazione). Poi, dopo la rivolta di Varsavia, ovviamente già in assenza del tedesco, la villa divenne un rifugio per i profughi dall'incendio di Varsavia e per i soldati dell'esercito nazionale. Le storie di famiglia mostrano che a volte 50-60 persone sono rimaste con loro e alcune sono rimaste più a lungo. Nel dopoguerra, la villa dei miei nonni non fu omessa dagli alloggi. Due donne straniere vennero a vivere con la famiglia,uno dei quali si è trasferito solo negli anni '60. Fortunatamente, i membri della famiglia vivevano in armonia sotto lo stesso tetto, anche se non era certo facile: usavano tutti una piccola cucina e un bagno!
I proprietari sono cresciuti nella comunità locale e mio nonno è diventato persino un amministratore del villaggio. Negli anni difficili del dopoguerra, ha aiutato molte persone bisognose. Tra loro c'era la scrittrice Maria Dąbrowska, che per gratitudine per l'assegnazione del carburante, oltre che per simpatia per la sua famiglia, le offrì una copia di "Nocy i dni", che è ancora molto affezionata alla sua casa.
Scale per vari interni (VIDEO)
Ogni ristrutturazione è gioia
Alla fine degli anni Sessanta si occupò della casa il padre di Alina, che sistemò la sua famiglia di cinque persone al primo piano (i nonni abitavano al piano terra fino alla morte). Fu lui a liberare la famiglia dal fastidio di bruciare carbone nelle stufe di maiolica (ognuna riscaldava solo due stanze). Grazie ai riscaldatori elettrici installati al loro interno, è diventato confortevole e moderno. E quando ha avuto la sua macchina, ha costruito un garage autoportante e una rimessa per le attrezzature da giardino nel parco-giardino stabilito dai suoi genitori.
Ulteriori servizi furono introdotti nel 1985 da sua figlia, l'attuale proprietaria dell'edificio. Fin dall'infanzia, ha sognato di vivere nella casa dei suoi antenati. Quando si è scoperto che è stato possibile, ha venduto un appartamento a Varsavia e ha speso tutti i soldi per la ristrutturazione della villa.
Ha iniziato a lavorare in casa installando un impianto di riscaldamento centralizzato. Il seminterrato doveva essere trasformato in un locale caldaia - ricostruito e approfondito, perché era troppo basso fino a 50 cm per installare la caldaia! I lavori sono iniziati con il sostegno del soffitto sopra il seminterrato con timbri di legno. Quindi il terreno è stato selezionato in lotti e un frammento del pavimento a terra è stato cementato in questo luogo. Dopo aver completato questo lavoro, i proprietari hanno diviso lo spazio seminterrato in due stanze: un locale caldaia e una dispensa.
È stato necessario realizzare un normale ingresso al locale caldaia dall'esterno dell'edificio. Fino ad ora vi si accedeva tramite una stretta scala attraverso un portello nel pavimento della cucina. Puoi immaginare quanto fosse fastidioso tirare fuori secchi di carbone in questo modo!
La signora Alina ha anche ampliato la cucina, dimettendosi da una dispensa separata e adiacente. Al primo piano ha trovato un posto per il bagno dei suoi sogni. I componenti della famiglia ricordano ancora oggi la gioia del loro primo bagno nel nuovo tabernacolo!
Ad ogni modo, ogni cambiamento in casa è stato sempre accolto con entusiasmo e gioia. Questo è stato anche il caso in cui i riscaldatori sono apparsi nelle stufe in maiolica, quando è stato installato l'impianto di riscaldamento centrale e quando la casa è stata collegata al gasdotto comunale. Ogni volta che i membri della famiglia avevano una vera vacanza.
Un evento importante è stato anche lo smantellamento del tramezzo e della stufa in maiolica tra la camera degli ex genitori e la sala da pranzo (durante questi lavori si potevano ammirare i tramezzi realizzati con tronchi di larice ricoperti di canna e intonacati con argilla). Grazie a questo trattamento, lo spazio delle stanze di rappresentanza è stato visivamente ampliato e sebbene la superficie dell'intero piano terra sia di soli 90 mq, la casa sembra essere davvero spaziosa.
Lo spazio lasciato dalla stufa e l'accesso diretto alla canna fumaria sono stati utilizzati per realizzare un camino tradizionale, che è diventato la decorazione della zona giorno. D'altra parte, le vecchie doppie porte che un tempo dividevano entrambe le stanze erano così belle che il proprietario le ha installate tra il corridoio e il corridoio interno.
Durante la ristrutturazione sono stati rinnovati anche tutti i pavimenti in legno. Il pavimento in parquet di rovere al piano terra e le assi del secondo piano erano in condizioni talmente buone che è stato necessario solo carteggiarle e verniciarle.
Cosa non fare a casa
Dagli anni novanta il marito di Alina Wiesław si occupa della cura e della gestione dell'edificio. Ora stanno pianificando insieme nuovi lavori di ristrutturazione ogni anno.
Recentemente, cercando un modo per ingrandire la stanza della figlia di una ragazza delle medie, hanno pensato di adattare la soffitta in cima al tetto. Purtroppo per renderlo fruibile è stato necessario alzare il tetto di ben 50 cm. Quindi hanno chiesto all'architetto di preparare un progetto di ampliamento preliminare. Erano già contenti dei prossimi cambiamenti, quando si è scoperto che sembrano cattivi sulla carta: dopo le modifiche, la forma della casa avrebbe perso completamente le sue proporzioni! I padroni di casa hanno convenuto di non poter danneggiare la loro amata casa in questo modo e hanno rinunciato rapidamente all'idea di ingrandire la soffitta. Hanno anche considerato la possibilità di sostituire l'attico con un soppalco per dormire, ma anche questa idea è fallita.Le scale fino in cima occuperebbero metà della stanza di nove metri della figlia, che diventerebbe così del tutto non funzionale.
Tuttavia, l'attico è stato ristrutturato. Era isolato dall'interno con lana minerale, e la lana era ricoperta con un foglio permeabile al vapore e sopra era stato steso un intonaco di cartongesso asciutto.
Infine è stato posato un nuovo pavimento in legno e le pareti sono state ricoperte con mensole. Ora puoi conservare vari oggetti non necessari qui, di cui è un peccato sbarazzarsi. Allo stesso modo, i padroni di casa hanno rinnovato anche i confini tra le stanze del primo piano. Hanno armadi per ciascuno dei membri della famiglia.
Ringiovanimento del colore
La facciata della casa in legno, costruita interamente con tronchi e assi di larice non resinosi, era di colore marrone chiaro fin dall'inizio. Il nonno, e poi il padre del proprietario, lo dipingeva ogni 3-4 anni con una speciale impregnazione del legno.
Il signor Wiesław ha deciso, tuttavia, che le facciate fatte di assi bianche appariranno più ordinate rispetto al colore del legno che sbiadisce al sole. Riuscì a convincere il resto della famiglia a intraprendere questo cambiamento radicale. La noiosa pulizia della facciata da tutti i vecchi rivestimenti è diventata un'occasione per un'attenta ispezione dei rivestimenti in legno dell'edificio. È organizzato in due modi. Proprio sopra la fondazione - in verticale (rendendo più facile la sostituzione dei singoli elementi danneggiati, più esposti all'umidità e alla distruzione qui), e dall'altezza di 1/3 del piano terra e al primo piano - in orizzontale (grazie al quale i prospetti appaiono più ampi). Per la gioia della famiglia, si è scopertoche le facciate in legno siano in perfette condizioni, anche vicino allo zoccolo e sotto i davanzali delle finestre - non sono stati trovati segni di deterioramento del legno da nessuna parte.
Da due anni i proprietari ristrutturano passo dopo passo i serramenti in legno, anch'essi in larice. Nonostante il passare degli anni, finestre, porte e persiane sono in ottime condizioni, ma per essere sicuri, sono state tutte pulite, rinnovate e ridipinte. I padroni di casa sperano che grazie a queste misure la falegnameria possa sopravvivere per i prossimi settant'anni.
Anche i vecchi intonaci interni in argilla sono in perfette condizioni. È quasi incredibile che realizzati nel metodo prebellico su una stuoia di canna, non si rompono o si sbriciolano, quindi sono conservati nel loro stato originale. Sono dipinti solo regolarmente con buone vernici "traspiranti". Il signor Wiesław - un sostenitore del bianco - ha deciso che le pareti del piano terra sarebbero state dipinte di bianco. Al primo piano, in linea con la moda del momento, la signora Alina ha introdotto i colori.
Per molti anni il tetto dell'edificio è stato ricoperto di tegole di amianto grigio-marrone. Solo nel 2002 i proprietari li hanno scambiati con cemento e
-lime, colore grafite. Per scoprire se questo tipo di copertura avrebbe funzionato su una villa in stile, è stato prima messo sul tetto del garage (ampliato con un parcheggio per una seconda auto). Solo quando i padroni di casa hanno esaminato gli effetti hanno cambiato la copertura del condominio.
C'è sempre qualcosa da fare in una vecchia casa, quindi i proprietari continuano a fare nuovi progetti.
- Dopo aver cambiato la copertura del tetto, ho sognato un leggero cambiamento nel colore della facciata - ammette la sig.ra Alina. - Vorrei abbinare l'ardesia grigio scuro con una tonalità bianca di beige o verde chiaro. Sogno anche un giardino d'inverno che si affaccia sulla zona salotto della trama.
Il proprietario ha persino cercato un catalogo di conservatori inglesi. Tuttavia, sa che ampliare la sua casa non è facile. L'architettura simmetrica di un edificio richiede il rispetto di alcune regole architettoniche. L'ampliamento di un'ala comporta la costruzione della stessa sul lato opposto della casa - altrimenti le proporzioni nobiliari esistenti verranno alterate.
Forse, però, non dovresti migliorare ciò che è già bello e provato?
GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DELLA VILLA IN LARICE








Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Giardini mensili n. 01/2011 - e-gardens

Nel numero di, tra gli altri * Azalee - fiori che sbocciano in inverno, * Delphinium formicolio, * piante che decorano il giardino in inverno, * Mangiatoie per uccelli interessanti…

GIARDINO MENSILE 3/2011 - e-gardens

IN THE ISSUE INC.: * Pitture, vernici e impregnanti per la pulizia di primavera, * Larice - la conifera a più rapida crescita, * Bosso per bordi e siepi, * Nuove idee per ...…

Ogrody mensile n. 05/2011 - e-gardens

Nel numero, tra gli altri: * Malattie e parassiti delle siepi, * Colori del giardino roccioso - piante che fioriscono a maggio, * Lillà - belli e senza requisiti, * Come prendersi cura di un prato in ...…