Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

La costruzione di questa casa ha ravvivato la zona, governata da vecchie macerie e polvere che si alzava dalle ruote dei camion
Il bianco, l'antracite e il legno esotico - splendidamente contrastati tra loro - creano uno sfondo attraente per le viti che crescono sul lato nord della casa. L'intonaco strutturale a strato sottile è accompagnato sulle facciate da legno di larice e piastrelle scure
Sia il primo che il piano terra della casa si aprono sul giardino. Su entrambi i piani ci sono grandi vetrate che vanno dal pavimento al soffitto
Rivestimento di tavole su una parete isolata
Finestra verticale e lucernario
La grande attrazione del corpo modesto e semplice sono, a parte interessanti combinazioni di materiali sulle facciate, enormi vetrate. L'effetto è ancora più suggestivo perché attraverso di esso si può ammirare l'ampio e curato giardino
Le tende lisce e pull-up proteggono l'interno dalla luce solare eccessiva nei mesi più caldi dell'anno. I padroni di casa sottolineano che in casa non fa mai troppo caldo, probabilmente anche grazie al microclima creato dal bosco adiacente. In inverno, tuttavia, è difficile sopravvalutare i vantaggi di una buona illuminazione interna
La superficie totale delle vetrate nella zona giorno di 50 metri della casa è fino a 30 m2. La falegnameria è in legno; a sud, le lastre di vetro possono essere spostate, mentre a nord sono state installate in modo permanente
Un criterio importante per la scelta del design di una casa era la semplicità, la funzionalità e la flessibilità. I progettisti erano molto interessati al fatto che la casa che hanno costruito avrebbe dato loro la possibilità di organizzare liberamente lo spazio interno, secondo le loro idee e preferenze.
La stufa-stufa, inserita tra le grandi vetrate, fa un'impressione speciale in inverno - quando il contrasto tra ciò che sta fuori e il caldo fuoco del focolare è particolarmente espressivo
Nella stanza dei bambini, il bianco e il grigio, i colori principali dell'interior design per la casa, sono stati integrati con mobili blu e giocattoli colorati e decorazioni in continua evoluzione realizzate con immagini di bambini in tutti i colori dell'arcobaleno.
La camera da letto principale è direttamente collegata al bagno. Gli elementi che legano visivamente entrambi gli spazi funzionali sono la finitura del pavimento, la stessa in entrambi gli interni
Ci sono due bagni e una toilette in casa. Il bagno adiacente alla camera degli ospiti è il più grande e la sua attrazione principale, a parte una grande finestra e una grande lastra di specchio, è il parquet industriale, utilizzato al posto delle tipiche piastrelle del pavimento.
Progettisti: Monika e Adam Bronikowski
Piantina del piano terra
Piano terra
Impronta della casa
Superficie utile: 135 m2
Superficie del terreno: 3000 m2
Progetto: architetto: Paweł Wład Kowalski
Adattamento, modifiche e design degli interni: designer: Monika i Paweł Bronikowscy HolaDesign;
Contatto: [email protected] e [email protected]; ufficio: ul. Tczewska 2 lok. 28, 01-674 Varsavia, +48502 614 555; www.hola-design.com
Per essere precisi - la vite copre solo un muro della casa, sfondando leggermente i frammenti di due vicini, ma ha un tale successo che dalla strada, a distanza, la casa è abbastanza abilmente nascosta agli occhi dei passanti. Anche la riabilitazione dello spazio non è stata eseguita al 100%, perché all'esterno del lotto, accanto a una staccionata di legno, è rimasto un frammento di una grigia e triste recinzione di cemento comune. D'altra parte, un pezzo di cielo sopra la trama è tagliato da fili ad alta tensione poco amichevoli, leggermente "ringhianti". Tutto questo però non cambia il fatto che dove regnavano le vecchie macerie che indurivano la superficie del parcheggio e la polvere che si alzava da sotto le ruote dei camion, è apparsa la vita.
Il progetto è pronto ancora di più
Quando questa casa è stata costruita sulla carta una decina di anni fa, era intesa come la cosiddetta progetto pronto, destinato al catalogo delle case unifamiliari. Il suo autore, tuttavia, ha ipotizzato che gli acquirenti potessero apportare modifiche significative. È successo anche qui. L'edificio, sorto finalmente su un lotto di terreno nei pressi di Varsavia, ha attraversato un significativo percorso di trasformazioni adattative, tanto più coraggiose in quanto introdotte dai "colleghi", ovvero gli architetti d'interni. Hanno creato una casa per se stessi, quindi sapevano perfettamente in quali condizioni volevano vivere e cosa sarebbe stato vantaggioso per loro a causa dei parametri della trama e dell'ambiente circostante.
La trama non era grande, era di 800 m2. Vicino al suo confine settentrionale c'era una casa di vicini e la trazione elettrica sopra menzionata correva sul bordo meridionale opposto. Tutto ciò ha determinato l'ambientazione specifica della casa. L'edificio è stato ribaltato con il muro del timpano con l'ingresso verso la strada, e la facciata più lunga è stata pressata il più possibile sul bordo settentrionale del lotto, lasciando solo un piccolo spazio per il passaggio e il parcheggio dell'auto. Dopo alcuni anni, l'edera piantata in questo luogo ha fatto irruzione nell'elevazione, chiudendolo piacevolmente a questa parte del mondo.
Tutto questo per risparmiare ai residenti quanto più spazio libero possibile, libero da edifici sull'altro lato dell'edificio, cioè da sud e da est. Fu lì che fu apportata una delle modifiche più importanti al design: un significativo ampliamento delle finestre del piano terra. Questo per far entrare più luce all'interno e creare l'effetto di penetrare nell'ambiente interno. E così è successo, e l'effetto completo è stato raggiunto solo l'anno scorso. Espansione della trama fino a 3 mila. m2 ha fatto sì che la casa si aprisse da sud su un grande spazio verde, letteralmente irrompendo ora, insieme al cielo blu.
La seconda modifica ha riguardato la limonaia, che doveva essere adiacente ad uno dei prospetti, ed è stata rimossa dal progetto dai proprietari. Terzo: il tetto. La sua forma è stata notevolmente semplificata dalle dimissioni da cornicioni e abbaini. Grazie a questi accorgimenti è stata realizzata una forma della casa più compatta, più adatta al presupposto di creare un'architettura minimalista, riferendosi al design contemporaneo (e alla natura degli interni). Abbiamo ottenuto un solido scolpito da una forma, senza additivi inutili. I prospetti sono caratterizzati da un interessante ed originale contrasto con il candore degli intonaci e dei cordoni di assi di larice, qui collocati per l'amore dei proprietari per il "clima delle baite". Il tutto è coperto con successo da un tetto grigio scuro. Lungo la facciata sud è stata realizzata una terrazza,in parte realizzata in legno bangkirai, su cui sono posti mobili da giardino. Manca solo il garage, ma è stata una decisione consapevole degli investitori.
Fortunatamente, gli avvertimenti degli imprenditori domestici contro i possibili effetti di cambiamenti nel design - allagamento della facciata a causa di piogge intense o eccessiva insolazione degli interni - non si sono dimostrati efficaci. Le pareti sono ancora in buone condizioni e la casa non è calda africana. Bastava progettare adeguatamente il percorso delle grondaie con un adeguato drenaggio dell'acqua oltre il contorno della casa e installare una grande tenda da sole davanti alla finestra del giardino più grande, a protezione del terrazzo - scorrevole o retrattile se necessario.
Interni domestici - con il fiato
Quando il verde e il blu esplodono dietro grandi finestre e professionisti con sensibilità si occupano dell'interior design, l'effetto può essere piuttosto calmo. Gli architetti hanno anche cambiato il piano originale qui. Al piano terra (pianta del piano terra), c'è quasi un grande spazio (quasi, perché accanto all'asse di ingresso c'è un necessario ripostiglio e un piccolo bagno), separato dalla natura solo da grandi vetri di finestre, dotati di tende alla romana bianche - solitamente inutilizzate - fissate in alto. Ridurre il numero di attrezzature al minimo necessario, oltre alla disciplina dei colori e dei materiali, ha dato un grande effetto e ha fatto sentire i residenti qui come su un'enorme nave da crociera che scivola nel verde circostante.In questo viaggio, sono accompagnati da accessori in legno marrone, scale e profili delle finestre, pareti e soffitti bianchi e mobili neri, oltre a un moderno camino in metallo. Di volta in volta, la vita è resa più piacevole dalle proiezioni su uno schermo estratto da una cassetta posta sotto il soffitto vicino alla parete nord.
Un tavolo in legno posto nella parte centrale del piano terra segnala che il soggiorno finisce e lì inizia la sala da pranzo, e subito dietro - nella sequenza longitudinale del piano terra - la cucina. L'ascetismo degli interni è stato esteso al limite: non c'è nulla di fronte all'ingresso della cucina, quindi possiamo indovinare i recessi nascosti nel muro per l'attrezzatura necessaria, e c'è un tavolo da lavoro con un lavello, una stufa e armadi sopra di loro. Il resto è quasi esclusivamente vetrata e pavimentazione.
Un po 'di caos e "pensieri trasandati" è previsto al primo piano mansarda (pianta), sotto le pendenze del tetto a due falde. Innanzitutto in due camerette, ricche di colori e giochi (foto). Accanto a loro, dall'altra parte del piano mansardato, c'è una camera da letto stilisticamente spaziosa molto più disciplinata per i padroni di casa, dalla quale si accede ad un ampio bagno e guardaroba. L'intero piano è efficacemente illuminato da moderne finestre da tetto, di cui due cosiddette gomito, posizionato simmetricamente su entrambi i lati del tetto.
Il giardino è quasi come in una favola
L'economia e la moderazione possono essere viste anche nel design del giardino. La sua parte principale è costituita da ampi tratti di prato, integrati da alberi e arbusti. Non è stato facile piantare nulla qui, vista la necessità di portare una grande quantità di terreno idoneo all'ex parcheggio. Il giardino è completato da alberi che crescono "dietro il recinto", anche quelli del bosco oltre la strada. Di conseguenza, i confini della trama sono sfocati in alcuni punti, fondendosi delicatamente con l'ambiente circostante. Tuttavia, è un'impressione creata deliberatamente, vissuta solo dal lato del giardino: dalla strada la trama è strettamente coperta da una staccionata in legno, come una fascia. Quindi, per sentire appieno l'atmosfera di questo luogo, è necessario essere invitati nella proprietà. Preferibilmente la sera.Quando, al calare del crepuscolo, l'edificio lampeggia dall'interno con l'illuminazione delle stanze, sorretto da diversi applique posti sulle facciate, il tutto assume un carattere completamente nuovo, leggermente irreale. Comincia ad assomigliare a una casa da favola, attivando pigramente l'immaginazione dell'osservatore, stimolato da storie misteriose su cui gli alberi frusciano dolcemente
Dettagli esecutivi
Finestra verticale e da tetto. I muri bassi in soffitta, essendo un prolungamento delle pareti del piano terra o del primo piano, costruiti sul bordo del soffitto dell'ultimo piano, sono chiamati pareti del ginocchio. La loro altezza dipende dallo scopo e dal grado di utilizzo dell'area della soffitta. È più comodo se la parete del ginocchio è alta, quindi è più facile spostarsi ad angolo e c'è anche più spazio per posizionare i mobili lì. D'altra parte, il muro alto fino al ginocchio impedisce che la finestra per tetto venga impostata in modo tale da poter guardare fuori - possiamo solo guardare il cielo.
Una soluzione pratica ed efficace consiste nell'installare finestre verticali in queste pareti, collegate alle finestre da tetto e costituenti un ulteriore elemento "allungandole" (tali finestre sono anche chiamate finestre a gomito). Grazie a questa combinazione, otteniamo una visuale illimitata verso l'esterno - anche se il bordo superiore della finestra per tetto è posizionato in alto - e la stanza è molto ben illuminata. Le finestre a forma di L, destinate all'installazione in una parete verticale in soffitta, sono disponibili presso i produttori di finestre da tetto; possono essere combinati con finestre da tetto di qualsiasi design. I raccordi utilizzati in essi consentono di aprire la finestra a forma di L sia inclinandola che ruotandola, come nelle finestre verticali.
Rivestimento di tavole su una parete isolata. Se si vuole posare un rivestimento in doghe (foto) su una parte di facciata (rifinita con intonaco a strato sottile), possiamo isolare una parte delle pareti sottostanti, proprio come nella parte intonacata. I pannelli isolanti - lana minerale o polistirolo - sono attaccati al substrato, quindi su di essi viene realizzato uno strato di rinforzo allo stesso modo dell'isolamento termico standard. Il prossimo passo è assemblare la griglia. Ad intervalli di circa 50 cm, una griglia di legno impregnata viene avvitata alla facciata mediante una speciale tecnica di fissaggio. È posizionato perpendicolare alla direzione del futuro fissaggio dei pannelli della facciata (è possibile utilizzare anche una griglia a doppia croce). La facciata in pannelli deve essere ventilata (deve essere lasciata una fessura di ventilazione tra l'isolamento e i pannelli).Ricordarsi inoltre di garantire la possibilità di ingresso aria nella parte inferiore e il suo scarico in alto. Le aperture di ventilazione sono coperte con reti in acciaio inossidabile per evitare che insetti e roditori entrino sotto il rivestimento. I listelli maschio e femmina vengono posizionati sulla facciata dal basso verso l'alto; dovrebbero sovrapporsi di circa 18 mm. Le assi posate con una sovrapposizione sono fissate con viti in acciaio inossidabile, contrassegnando la posizione della vite con una corda tesa in modo uniforme. La vite non deve sporgere, ma non deve essere tirata troppo nel legno. È fissato in ogni punto in cui la tavola attraversa la griglia. Le assi sovrapposte devono sovrapporsi alle assi dei pantaloni di almeno 20 mm.Le aperture di ventilazione sono coperte con reti in acciaio inossidabile per evitare che insetti e roditori entrino sotto il rivestimento. I listelli maschio e femmina vengono posizionati sulla facciata dal basso verso l'alto; dovrebbero sovrapporsi di circa 18 mm. Le assi sovrapposte sono fissate con viti in acciaio inossidabile, contrassegnando la posizione della vite con una corda tesa in modo uniforme. La vite non deve sporgere, ma non deve essere tirata troppo nel legno. È fissato in ogni punto in cui la tavola attraversa la griglia. Le assi sovrapposte devono sovrapporsi alle assi dei pantaloni di almeno 20 mm.Le aperture di ventilazione sono coperte con reti in acciaio inossidabile per evitare che insetti e roditori entrino sotto il rivestimento. I pannelli maschio e femmina vengono posizionati sulla facciata dal basso verso l'alto; dovrebbero sovrapporsi di circa 18 mm. Le assi sovrapposte sono fissate con viti in acciaio inossidabile, contrassegnando la posizione della vite con una corda tesa in modo uniforme. La vite non deve sporgere, ma non deve nemmeno essere tirata troppo nel legno. È fissato in ogni punto in cui la tavola attraversa la griglia. Le tavole del giro dovrebbero sovrapporsi alle tavole dei pantaloni di almeno 20 mm.dovrebbero sovrapporsi di circa 18 mm. Le assi sovrapposte sono fissate con viti in acciaio inossidabile, contrassegnando la posizione della vite con una corda tesa in modo uniforme. La vite non deve sporgere, ma non deve essere tirata troppo nel legno. È fissato in ogni punto in cui la tavola attraversa la griglia. Le assi sovrapposte devono sovrapporsi alle assi dei pantaloni di almeno 20 mm.dovrebbero sovrapporsi di circa 18 mm. Le assi sovrapposte sono fissate con viti in acciaio inossidabile, contrassegnando la posizione della vite con una corda tesa in modo uniforme. La vite non deve sporgere, ma non deve nemmeno essere tirata troppo nel legno. È fissato in ogni punto in cui la tavola attraversa la griglia. Le assi sovrapposte devono sovrapporsi alle assi dei pantaloni di almeno 20 mm.Le tavole del giro dovrebbero sovrapporsi alle tavole dei pantaloni di almeno 20 mm.Le assi sovrapposte devono sovrapporsi alle assi dei pantaloni di almeno 20 mm.
Scalatori sui muri: più vantaggi che svantaggi. L'esecuzione di viti a forte crescita e fitte lungo le pareti degli edifici spesso solleva preoccupazioni e dubbi, in molti casi ingiustificati. Ci sono molti vantaggi del rivestimento murale verde. Lo strato di foglie rampicanti rende le pareti soggette a minori sbalzi di temperatura. Foglie e germogli proteggono anche la facciata dai dannosi raggi UV, dall'umidità eccessiva e la proteggono dai venti. I valori estetici delle viti non possono essere ignorati, in quanto possono enfatizzare meravigliosamente la bellezza dell'edificio e diventare la sua decorazione unica.
Ci sono molte viti e un certo problema potrebbe essere la scelta della pianta giusta. Prima di tutto, devi rispondere alla domanda se vuoi che la pianta si arrampichi su un muro nudo, o su un supporto preparato appositamente per esso (queste possono essere strutture in legno, corda o reti metalliche, fissate alle pareti, attaccate a una distanza dal muro - ca. 7 cm). Tuttavia, va ricordato che per piante rampicanti senza supporti (come edera, rampicante della virginia a tre e cinque foglie, vite giapponese, ortensia rampicante), il muro deve essere molto solido - mattoni o pietra - o ricoperto di intonaco resistente. Se l'intonaco è vecchio e crepato, una soluzione migliore sarà quella di installare supporti e piantare viti in crescita più deboli (come clematidi,caprifoglio, rosa rampicante, akebia).
Dovresti anche prestare attenzione alla selezione delle specie appropriate per il sito in cui crescerà. Ci sono piante che prediligono luoghi meridionali molto soleggiati (strozzatura, milin, glicine, viti giapponesi) e quelle che prediligono meno luce nelle posizioni settentrionali (edera, ortensia rampicante, veccia giapponese). Se il terreno intorno all'edificio è povero e secco, le viti con i requisiti più modesti funzioneranno meglio (aconito, vite giapponese, soffocamento).
Avvertimento! Grondaie e parafulmini sono le viti più minacciate condotte lungo le pareti. Pertanto, la crescita delle viti, specialmente quelle che si sviluppano molto rapidamente e fortemente (edera, vite, vite giapponese, milin, ortensia rampicante) dovrebbe essere controllata sistematicamente. (Jolanta Zdanowska, giardiniera)
Autori del progetto
Hola Design è uno studio con molti anni di esperienza e una reputazione sul mercato polacco ed estero. Ha centinaia di progetti completati al suo attivo. I creatori possono vantare l'appartenenza a prestigiose organizzazioni internazionali di settore. Il team dello studio è composto da designer esperti con conoscenze ed esperienza adeguate, che garantiscono l'efficacia nel funzionamento. Hola Design offre servizi non solo in fase di progettazione, ma anche in fase di realizzazione. Sulla base della loro esperienza e di un gruppo di collaudati collaboratori, i progettisti forniscono servizi completi nel campo della sistemazione e del design degli interni, nonché della progettazione architettonica, nonché della realizzazione delle proprie idee di design,servizio esecutivo di investimenti e consegna dei materiali nonché produzione e consegna di elementi su ordinazione individuale, compresi i mobili.
- Abbiamo adottato un approccio professionale ai temi e la cura per la qualità delle soluzioni proposte come base delle nostre attività - sottolineano i progettisti. - Mettiamo al primo posto la soddisfazione del cliente, adattando le idee di design presentate alle loro linee guida e aspettative. Combinando un approccio creativo con la comprensione delle aspettative dei clienti, il nostro team di progettazione crea spazi con una forma semplice e leggibile, funzionalità ben ponderate e uno stile moderno che soddisfano le esigenze degli utenti. Un buon design è un elemento necessario per creare un interno di un appartamento o di una casa che sia in linea con le esigenze e le preferenze personali, o un locale commerciale che è la vetrina dell'azienda - aggiungono i proprietari dello studio.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Pompe e filtri per laghetti

Quest'anno vorrei allestire uno stagno nel mio giardino. Cosa devo fare per evitare che si trasformi rapidamente in una pozzanghera puzzolente? Krystyna F., Pułtusk…

Pesce di stagno

Quando rifornire uno stagno? Il pesce si acclimaterà nella nuova vasca? Anna Zielińska, Kutno…

La strada per l'acqua piovana

Vivo a Podkarpacie, dove spesso cadono brevi piogge intense. Vorrei raccogliere l'acqua che scorre dal tetto e poi, quando è secca, annaffiarla ...…

Bordo - sul bordo del prato

L'anno scorso ho aperto un giardino. Intorno al grande prato ci sono aiuole fiorite con arbusti e piante perenni. Già nella prima stagione però ho notato ...…