Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Vista della casa dal giardino. La facciata in legno rifinita con assi di larice di cinque larghezze diverse è intersecata nella parte centrale da una grande lastra di vetro, dietro la quale si trova il salone principale con biblioteca
Ecco come appare la casa dalla strada
L'edificio, progettato per le esigenze di due famiglie, si sviluppa su tre piani. Il più basso, in parte nascosto nel sottosuolo, ospita le stanze degli ospiti e un locale tecnico. Il nucleo con una biblioteca di vetro e l'intera ala destra sono il regno di Bożena e Bogdan Kulczyński. L'interno intimo a sinistra è occupato dalla figlia e dalla sua famiglia
Dal lato della strada è visibile un caratteristico cilindro a copertura della scala interna, rifinito con una lamiera di acciaio corten, con rivestimento arrugginito
Le terrazze e le piattaforme di legno sui sentieri in legno di pino scandinavo vengono regolarmente oliate con un detergente per legno
Le finestre di varie forme sono un elemento importante dell'immagine della casa
La torre di graduazione in salamoia come modo per finire la facciata è una soluzione originale e allo stesso tempo molto audace. Ha richiesto al progettista di prendere molte decisioni difficili, spesso intuitive
L'area lounge nell'ala appartenente alla famiglia della figlia dei padroni di casa - Joanna Kulczyńska-Dołowy, interior designer di professione
Vista dal soggiorno alla cucina e sala da pranzo. L'involucro del camino era costituito da assi di cassaforma non piallate rimaste dopo la costruzione
Vista dalla sala da pranzo alla cucina nella parte principale della casa
Soggiorno nero, o "cubo" con pareti rifinite con lastre di lava vulcanica da 80 × 150 cm. La loro maestosità e gli splendidi colori sono enfatizzati dai luminosi pavimenti in marmo Crystal White. La stanza è alta ben sei metri
Il compito delle scale traforate leggere è principalmente quello di collegare l'area pubblica con le stanze private
La camera dei padroni di casa. Ciascuno dei quattro inserti per camini installati in casa ha un vetro che si solleva verso l'alto in modo da poter ammirare il fuoco aperto
Il soggiorno è di soli 36 mq, ma sembra molto più grande, soprattutto grazie agli interni alti sei metri, enfatizzati dalla libreria libreria per tutta la parete
Vista dal soppalco sul soggiorno. Dall'alto si vede chiaramente l'arretramento del soffitto e la passerella vetrata attraverso la quale un'ulteriore porzione di luce diurna confluisce nelle stanze del piano più basso
Le vetrate nel soffitto consentono il contatto visivo tra i pavimenti, il tutto grazie a uno speciale vetro racchiuso in un telaio in acciaio
Camera da letto sopra il soggiorno. I soffitti sono stati rivestiti con assi di larice, identiche a quelle utilizzate per le facciate
Il bagno della signora Bożena. L'interno è dominato da vetro, legno e pietra
Il bagno del signor Bogdan. Il suo elemento più originale è un lavabo in pietra naturale. Il lavabo è stato realizzato da Fabryka Kamienia Budowlanego
Bagno con lavabo basato su una cremagliera ricavata dai resti delle travi del soffitto. La vasca da bagno free-standing ha un rivestimento in legno che ricorda un piccolo kit. Il lucernario nel soffitto in legno illumina gli interni
La scala è realizzata con elementi in acciaio. Per evitare il rumore, i gradini delle scale e delle pareti sono stati insonorizzati con una spessa moquette
Piantina del piano terra. Parte principale: 1a "caviglia" (soggiorno nero): 102,6 m2; 2. connettore: 28,4 m2; 3. padiglione: 20,4 m2; 4. wc: 1,9 m2; 5. sala da pranzo: 29,2 m2; 6. soggiorno con biblioteca: 39,5 m2. Parte della figlia con la sua famiglia: 7. soggiorno: 41,3 m2; 8. cucina con sala da pranzo: 14,9 m2; 9a scala: 4,9 m2
Piano terra. Area principale: 10a camera da letto principale: 23,6 m2; 11. bagno: 7,9 m2; 12. bagno: 7,8 m2; 13. guardaroba: 11,4 m2; 14. guardaroba: 19,9 m2; 15 uffici: 17,5 m2; 16. ufficio: 20,5 m2. Parte della figlia con la sua famiglia: 17. camera da letto: 39,8 m2; 18 ° bagno: 11,9 m2; 19. sala: 6,6 m2; 20 gradini: 4,9 m2
Superficie della casa: 600 m2
Superficie del terreno: 844 m2
Progetto della casa: Bogdan Kulczyński, Kulczyński Architekt, www. kulczynski.com
Contatto con lo studio: cellulare : 601 204 542
Il lotto di terreno situato in una pineta è delimitato da un basso recinto di gabbioni dal lato della strada. Nelle profondità della proprietà alberata, c'è una torre di laurea, quasi identica a quella delle famose terme di Konstancin vicino a Varsavia, ma in miniatura. Solo dopo aver esaminato attentamente i dettagli, è possibile vedere una grande finestra sulla parete anteriore della torre di laurea. Successivamente emerge un altro blocco dello stesso edificio, con facciata rifinita con lastre di lava vulcanica e scala cilindrica con lamiera d'acciaio arrugginita. Il progettista ha posizionato un connettore basso sul confine di entrambi i blocchi con l'ingresso principale dell'edificio. In questo luogo, nei delicati vapori della nebbia salina,inizia un incontro con una casa insolita e con i suoi abitanti.
Come è stata
costruita questa casa Il signor Bogdan Kulczyński aveva intenzione di costruire una casa per la sua famiglia allargata per molto tempo. Prima di allora, vivevano tutti in città e vagavano per tutti i possibili tipi di alloggi plurifamiliari, a partire da un monolocale all'inizio di un matrimonio. Ogni appartamento successivo è stato personalizzato dall'architetto, adattato cioè alle attuali esigenze di utilità ed estetica dei membri della famiglia. Tuttavia, nella mente del signor Bogdan e di sua moglie Bożena, la necessità di vivere in una casa fuori città iniziò a maturare.
Avevano già acquistato un terreno a Józefów vicino a Varsavia a metà degli anni '80, ma il signor Bogdan non iniziò a progettare la casa fino al 2000 circa. Ci sono voluti cinque anni per creare gli stessi piani, fino all'inizio della costruzione. I proprietari e i creatori della casa sottolineano che né progettare né costruire un edificio multi-generazionale e atipico con una superficie di oltre 600 m2 non è stato facile. Di conseguenza, la costruzione è continuata per i successivi cinque anni, con una pausa di un anno per "riprendere fiato".
Interni domestici: l'armonia tra architettura, arte e famiglia
Gli ambienti privati della casa si trovano in un blocco di tre piani costruito su pianta rettangolare. L'onnipresenza dell'arte negli interni è merito della signora Bożena. Dopo il trasloco, ogni stanza è stata dotata di dipinti, sculture (foto) e mobili unici di artisti polacchi che aveva collezionato negli anni. Ha anche trovato un posto per i ricordi della sua famiglia da Lviv. L'architettura coscientemente curata della casa espone perfettamente questa interessante miscela di vecchio e nuovo. Non è che una casa venga costruita una volta per tutte, dicono i proprietari. - L'ultima lucidatura del pavimento dopo la costruzione non deve significare la fine dei lavori sull'arredamento. Devi vivere e cambiare casa. Quando buttiamo via qualcosa, aggiungiamo qualcosa: lo diamo vita e lo realizziamoche è costantemente attraente.
L'edificio è abitato permanentemente da: la signora Bożena e il signor Bogdan, nonché la loro figlia Joanna con suo marito e suo figlio. A volte, anche la madre di Bożena rimane qui più a lungo. - Avevamo bisogno di una casa grande per poter celebrare questi momenti condivisi e sentire sempre che qualcuno è gentile dietro il muro. Nelle relazioni familiari, tuttavia, manteniamo la disciplina: chiudiamo le porte tra i nostri spazi abitativi sei giorni alla settimana e godiamo della nostra privacy. Solo mio nipote può farmi visita anche alle cinque del mattino - sottolinea il proprietario. - Sabato abbiamo un "open day" - mangiamo e passiamo del tempo insieme. I vecchi vengono infettati dall'energia dei giovani, i giovani assorbono le abitudini familiari. Questo è il più grande vantaggio di una casa di più generazioni.
Cubo, o lo spazio della creazione
Leggermente obliquo rispetto all'edificio principale, c'è un blocco cubico separato, alto due piani, che ospita un grande interno multifunzionale, che Bogdan chiama il calore "cubo", considerando che il termine "soggiorno" (foto) è troppo per questo interno. prosaico.
Avere uno spazio così multifunzionale e vuoto che può essere organizzato liberamente è sempre stato il mio sogno - sottolinea l'architetto. - Nel "cubo" organizziamo compleanni, onomastici, vacanze, visione di film insieme. Al nipote piace andare sui pattini e andare in bicicletta qui… - aggiunge.
Bożena, come suo marito, vede l'enorme potenziale di questo interno. Avvalendosi dell'esperienza acquisita nella galleria dell'Opera che opera da diciotto anni, prevede di organizzare mostre e incontri di artisti conosciuti.
Anche i produttori di programmi televisivi e film hanno notato le molteplici possibilità offerte da questo interno. Uno dei film di Krzysztof Zanussi è stato girato nel "cubo", TVN ha registrato diversi episodi del programma "Top Model", qui sono stati girati vari spot pubblicitari.
Tali eventi sono possibili grazie alla separazione del "cubo" dal resto degli interni della casa. Pertanto, tutte le attività svolte in esso non influiscono sulla vita quotidiana della famiglia.
Costruire l'attico: 10 buoni consigli (VIDEO)
La struttura della libreria libreria
Il "cubo" attira l'attenzione con l'enorme libreria libreria dal pavimento al soffitto (foto). La sua struttura in acciaio doveva essere fissata saldamente. Quindi è stato allungato tra le pareti laterali della stanza e fissato al soffitto sopra il seminterrato e il corridoio. Inoltre, la griglia è stata attorcigliata attraverso l'intero spessore del muro con la struttura dell'armadio, che si trova nello spogliatoio dietro la biblioteca (a livello del pavimento).
Per mantenere un arredamento caldo come quello di una casa, tutti gli elementi in acciaio sono rivestiti in legno. In una stanza alta, libri e legno sopprimono e interrompono perfettamente i suoni, e inoltre - riscaldano e decorano lo spazio. Sembrerebbe che le leggere scale traforate con soppalco siano state costruite solo per poter raggiungere comodamente e in sicurezza i libri. Queste sono solo apparenze! Il loro compito è principalmente quello di collegare l'area pubblica con le stanze private. Dal soppalco si accede alla camera da letto principale, al guardaroba e a due uffici nascosti dietro scaffali rotanti.
Facciate in modi diversi
L'elemento più insolito della facciata è la torre di laurea (foto). Ravviva la faccia settentrionale del "cubo", ma suscita notevoli polemiche. Tra i suoi vicini, ha guadagnato tanti sostenitori, affascinati dall'idea semplice e insolita quanto i suoi avversari.
Adiacente ai muri della torre di laurea si trova una scala cilindrica leggermente sporgente dal corpo dell'edificio, rivestita da un corten, che è una lamiera di acciaio auto-arrugginita, che viene raramente utilizzata nell'edilizia residenziale, anche se ormai è di moda.
Un altro materiale insolito utilizzato per rifinire la facciata sono le lastre di lava vulcanica. L'architetto è rimasto affascinato dalla trama porosa della pomice e dal colore di questo materiale estratto in Turchia. Tuttavia, prima di decidere di usarlo, ha fornito un campione del materiale al laboratorio per assicurarsi che non fosse radioattivo o non contenesse composti nocivi. Di conseguenza, non solo una parte delle pareti esterne dell'edificio è stata rifinita con la lava, ma anche l'interno.
Il tutto è completato da assi di larice, che ricoprono l'intera facciata posteriore della casa e alcuni soffitti interni.
L'autore del progetto ha ordinato il materiale in cinque diverse larghezze. Voleva evitare l'effetto binario di raccordo, che è caratterizzato dall'uso di elementi ripetitivi. Le tavole ben stagionate e impregnate a pressione, dello spessore di 24 mm, erano dotate di maschio e femmina. Sono stati trattati due volte con olio per legno negli ultimi sei anni.
Anche la vetratura è un elemento importante della facciata del giardino. Non solo la dimensione delle finestre è diversa, ma anche la profondità della loro installazione. Il progettista ha voluto che le pareti esterne non dessero l'impressione di piani piatti e morti, ma cambiassero il loro aspetto a seconda dell'angolazione della luce.
Per non disturbare la vista, le grondaie che drenano l'acqua dall'ampio tetto sono accuratamente nascoste sotto il rivestimento.
Torre di graduazione come alloggiamento per caviglie L'
autore del progetto è stato felice della costruzione della torre di graduazione durante una passeggiata intorno alle terme di Konstancin. Rimasto colpito dai suoi colori e dalla vista delle gocce d'acqua che filtravano sui rami del prugnolo, decise subito di utilizzare una soluzione simile per finire la parte rappresentativa della futura casa. L'idea sorprendente è piaciuta a tutta la famiglia: la prospettiva di avere una torre di laurea nel proprio giardino non è proprio niente!
La costruzione delle torri di laurea non è eccessivamente complicata. Tuttavia, affinché i ramoscelli di prugnolo posti su una griglia di legno possano sopravvivere per molti anni, devono essere conservati con salamoia. Nelle terme, le fonti d'acqua naturali sono più spesso utilizzate. Il sistema di pompaggio invia il liquido alla sommità della struttura. Quindi la salamoia scorre lungo il prugnolo, spruzzando una nebbia salata attorno ad esso. Poiché non ci sono sorgenti naturali vicino alla casa, è stato necessario sostituirle con bacini artificiali. Tuttavia, nessuno poteva calcolare esattamente quale dovrebbe essere la capacità. Il signor Bogdan ha deciso di posizionare serbatoi con una capacità di 3500 litri sotto l'edificio. Si è rivelato non essere abbastanza. Nelle giornate soleggiate e ventose, l'acqua e il sale evaporano rapidamente e la torre di graduazione smette di funzionare.Quindi devi riempire spesso il liquido, il che può essere un po 'noioso.
Costruzione e installazioni
Affinché le spese di riscaldamento del grande edificio non rovinino i proprietari, la casa è dotata di pompa di calore e ventilazione meccanica con recuperatore a flussi incrociati (senza scambiatore di calore a terra). Sono questi dispositivi, tra gli altri, che contribuiscono a ridurre al minimo i costi di gestione dell'edificio. Ma non solo loro. Anche la disposizione dei vetri sulle facciate favorisce l'efficienza energetica. Le finestre più grandi sono previste sulla facciata sud "calda", esposta alla luce solare più intensa. Formano una superficie con una superficie totale di 46 m2, attraverso la quale non solo una grande quantità di luce naturale raggiunge l'interno, ma anche il calore, che riscalda perfettamente gli ambienti durante i periodi di transizione.Ciò ritarda l'avvio dell'impianto di riscaldamento
In inverno, la maggior parte del calore fuoriesce dalle finestre. Per essere sicuri che le grandi vetrate industriali non generino eccessive perdite di energia, è stato verificato con una termocamera.
L'architetto ha curato anche un buon isolamento delle pareti. Nelle murature, realizzate con mattoni forati ceramici di tipo max e mattoni a quadretti, è stato posto uno spesso strato di isolamento in lana minerale (15 cm). Le pareti del "cubo" sono inoltre protette dall'attigua struttura delle torri di graduazione, profonda 120 cm, che blocca efficacemente il vento e isola le pareti dall'aria fredda.
All'interno dell'edificio, lungo le pareti del lato nord, sono stati consapevolmente progettati armadi, biblioteche e guardaroba, creando così un ulteriore e solido tampone termico che protegge i grandi interni dal raffreddamento.
L'edificio ha molte caratteristiche di una casa passiva. Di conseguenza, la sua manutenzione costa più o meno quanto una tipica casa unifamiliare di duecento metri, costruita con materiali tradizionali.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari