Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

La via di casa
Tutto indicava che l'adattamento sarebbe stato il più conveniente ed economicamente giustificato.
Gli esperti, ai quali abbiamo chiesto un consulto prima di prendere la decisione finale, hanno confermato che, sebbene l'edificio necessiti di una completa ristrutturazione, vale la pena utilizzare le fondamenta esistenti e le sue pareti portanti.
Tuttavia, l'argomento più importante a favore della ristrutturazione è stato il fatto che il fabbricato agricolo avesse allacciato tutte le utenze necessarie: elettricità, gas e acqua. Speravamo di risparmiare molto utilizzando l'installazione esistente. E non si trattava solo di soldi, ma anche di tempo.
Come abbiamo deciso, lo abbiamo fatto, ma prima abbiamo seguito l'intera procedura notarile e amministrativa che ci ha autorizzato a trasformare la struttura esistente in una vera casa unifamiliare.
Quando tutti i documenti necessari erano nelle nostre mani, abbiamo avviato i colloqui con l'architetto.
Poiché sia l'area in cui si trova il nostro terreno che il giardino stesso sono molto belli, abbiamo voluto che l'edificio fosse aperto all'ambiente circostante. Non abbiamo nemmeno bisogno di isolarci dai nostri vicini, perché li abbiamo solo da un lato, sugli altri tre lati, godendoci la vista della foresta e dei campi.
Per quanto riguarda l'organizzazione del fabbricato, si sognava di salotti integrati da cui avrebbero condotto ampie uscite sul giardino. Abbiamo immaginato che il soggiorno e la cucina sarebbero stati agli estremi opposti della casa.
Il designer ci ha presentato diverse varianti di modernizzazione. Ci è piaciuto di più il più semplice ed economico da implementare, il che non significa che ci siamo fermati alle mezze misure.
Idee di risparmio
Il primo edificio rettangolare a un piano con tetto a padiglione era diviso in due parti: un ampio garage e un macello. Le pareti del mattatoio, costituite da due strati di mattoni, non erano coibentate. Secondo l'antica usanza, tra gli strati di mattoni era rimasto solo uno spazio d'aria. Tuttavia, le pareti del garage, dove abbiamo progettato il nostro futuro soggiorno per le migliori viste, erano solo monostrato e non erano affatto isolate.
Dopo aver consultato esperti, abbiamo deciso di realizzare un secondo muro di mattoni forati in ceramica nel garage dall'interno, lasciando uno spazio vuoto tra gli strati. Quindi abbiamo isolato l'intero edificio dall'esterno con uno spesso strato di lana minerale (10 cm). Ho scelto la lana, anche se è più costosa del polistirolo perché ho preferito utilizzare un materiale "traspirante" e più resistente del polistirolo. Volevo anche proteggere l'isolamento dai roditori (ho sentito che il polistirolo viene spesso danneggiato da loro).
Poiché le fondamenta, da noi scavate e poi coibentate ex novo e coibentate con polistirolo estruso, hanno permesso di realizzare un sottotetto utilizzabile, abbiamo demolito il vecchio tetto a livello dei solai sopra il piano terra. Abbiamo realizzato muri sottotetto in mattoni nuovi con tetto a capanna rifinito con piastrelle in ceramica. Abbiamo isolato le parti inclinate del tetto con uno strato di lana minerale di 15 cm e il soffitto sopra il sottotetto con uno strato leggermente più spesso, cioè 20 cm.
Dato che ci sono molti vetri in casa, non abbiamo potuto risparmiare troppo sulla qualità di finestre e vetri. Alla fine, abbiamo optato per finestre in mogano con tripli vetri "caldi".
I soldi non sono poi così male
Sfruttando l'allaccio esistente nell'edificio, abbiamo deciso di riscaldare la casa con il gas.
Abbiamo acquistato una stufa a condensazione e abbiamo deciso di installare il riscaldamento a pavimento ad acqua su tutto il piano terra e nei bagni al piano superiore. Abbiamo installato stufe a parete nelle altre stanze della soffitta.
La mossa migliore, tuttavia, è stata installare un inserto per caminetto con distribuzione del calore al piano superiore. Sebbene non trattiamo il camino come fonte primaria di calore, abbiamo acquisito la possibilità di un riscaldamento economico dell'edificio, senza dover accendere una stufa a gas. Recentemente abbiamo calcolato che bruciamo da 1 a 2 m3 di legno all'anno, che acquistiamo da un amico falegname per 80 / m3.
La nostra casa è allacciata alla rete idrica, ma abbiamo anche un pozzo. All'inizio usavamo solo l'acqua del rubinetto, ma quando abbiamo allestito un grande prato (700 mq) in giardino e abbiamo iniziato ad annaffiarlo con l'acqua di rete, si è scoperto che la bolletta dell'acqua saliva a 600 al mese. Così velocemente siamo passati all'acqua del pozzo e ora la usiamo anche a casa.
In una casa di campagna come la nostra, una buona soluzione è avere un grande contenitore chiuso per la spazzatura. Lo condividiamo con un vicino amichevole, grazie al quale la spazzatura viene rimossa regolarmente, e il costo di smaltimento è di 35 al mese.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

PATTERNS - Fiera del design di Varsavia

Il 22 giugno, le opere più interessanti di giovani designer saranno presentate nei moderni interni e nel giardino del Centro Culturale Praga Południe a Varsavia.…