Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Ho buone e lunghe esperienze vivendo in una casa unifamiliare, perché è lì che vivevano i miei genitori ed è così che sono cresciuto. Pertanto, dopo aver creato la mia famiglia, ho sognato uno standard simile. Purtroppo, fin dai miei studi, quando ho lasciato la casa di famiglia, sono stato costretto a vivere in alloggi plurifamiliari. La situazione non è cambiata dopo il matrimonio.
La via di casa
Con mia moglie, Małgosia, vivevamo in appartamenti in affitto e non c'erano segni che le nostre vite sarebbero presto cambiate. Soprattutto che, come medici alle prime armi, non ci aspettavamo un boom finanziario.
Tuttavia, quando si è scoperto che Małgosia era incinta (e stavamo pianificando più di un figlio), abbiamo deciso entrambi che dovevamo cambiare radicalmente la nostra situazione abitativa.
Non abbiamo aspettato a lungo per un sorriso del destino. Si è scoperto che gli amici che stavano per terminare le formalità relative all'acquisto di un appezzamento di terreno hanno perso inaspettatamente i soldi stanziati per esso. Poi hanno suggerito di acquistare la loro potenziale proprietà. Dopo aver visto la proprietà, non avevo dubbi sul da farsi, tanto più che si trovava nel paese in cui sono cresciuto. "Non importa dove prendiamo i soldi, li compriamo!" Ho detto a mia moglie.
Grazie all'aiuto finanziario della famiglia, siamo diventati rapidamente proprietari di un grande pezzo di terreno situato vicino al muro della foresta. La posizione era così bella e comoda rispetto a Varsavia (dove lavoravamo) che non siamo stati scoraggiati dalla mancanza di una rete di gas, acqua e fognatura in questa zona.
Idee per risparmi futuri
Poiché il nostro lotto è stretto e lungo, abbiamo avuto problemi ad adeguare il progetto della casa finita. Quindi abbiamo ordinato un progetto individuale.
Non volevamo esagerare con le dimensioni dell'edificio. Ricordavo perfettamente che insieme ai miei genitori e tre fratelli vivevamo su una superficie di 130 m2. Ho cercato di bilanciare le dimensioni della casa in modo che fosse confortevole, ma anche economica da mantenere. Ricordo quanto le spese di riscaldamento gravano sul bilancio familiare della casa dei miei genitori.
La disposizione della trama in relazione alle parti del mondo significava che la casa si trovava vicino alla strada. In questo modo, il fronte dell'edificio è stato posizionato da nord, con la "fronte" immersa nel bosco di betulle, mentre l'intera area di sosta - da sud, aperta e ben soleggiata.
Abbiamo deciso di riscaldare la casa e l'acqua utilizzando una pompa di calore e dei collettori solari. Ecco perché ne abbiamo tenuto conto in fase di progettazione; incl. abbiamo predisposto la pendenza del tetto idonea per l'installazione di pannelli solari. Ci siamo anche occupati di un buon isolamento dell'edificio, in modo che non ci fossero ponti termici.
Le pareti sono state realizzate con due strati di blocchi ceramici caldi (25 cm e 11,5 cm), che abbiamo isolato con polistirolo (10 cm) tra gli strati, lasciando uno spazio d'aria di 2 cm di larghezza. Abbiamo isolato la soletta di fondazione con uno strato di polistirolo di 15 cm, mentre il tetto - con uno strato di lana minerale di 20 cm. Le finestre in legno sono vetrate con vetri "caldi".
I soldi non sono poi così male
Vale la pena combattere con i monopolisti per i tuoi diritti e ridurre il costo delle connessioni. Abbiamo avuto problemi con il collegamento dell'edificio alla rete elettrica che corre a 100 m dalla nostra trama. All'inizio ci chiedevano ben 8.000 … Ci siamo rivolti all'Ufficio Regolatori Energetici e grazie all'assistenza legale il prezzo del collegamento è sceso a 1900! Sebbene mi sia costato molto tempo e nervi (fino a 9 mesi), penso che ne sia valsa la pena e esorto tutti a intraprendere azioni simili.
Quando abbiamo deciso di utilizzare una pompa di calore per riscaldare l'edificio, siamo stati inizialmente spaventati dall'elevato costo dei dispositivi consigliati da note aziende straniere. Tuttavia, poiché non volevo rinunciare facilmente a questo tipo di riscaldamento, ho trovato un produttore polacco che mi ha offerto l'attrezzatura di cui avevo bisogno a metà prezzo. È stato lui a convincerci a collegare i collettori solari in modo tale da cooperare con il riscaldamento centralizzato. Abbiamo anche acquistato i pannelli di raccolta da un produttore nazionale per 4.000, non per 20.000, come proposto da un'altra azienda. Ora abbiamo l'acqua calda gratuita per cinque o sei mesi all'anno, in media dalla fine di aprile alla fine di settembre.
Ho installato l'inserto del camino principalmente in caso di guasto di altre fonti di calore, ma risulta che è un ottimo metodo per riscaldare l'edificio, in particolare un soggiorno a due piani con un'altezza di 6 metri. e pavimento. Per il riscaldamento abbiamo bisogno solo di 3 m3 di legna all'anno per soli 300. Poiché la nostra casa funziona con l'elettricità, abbiamo istituito un contatore a doppia tariffa e organizziamo il lavoro agricolo in modo che i dispositivi si accendano durante la tariffa più conveniente.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari