Sommario

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

La via di casa
Ci siamo sposati a gennaio, ea maggio abbiamo comprato un terreno con lo scopo di costruire una casa. Ci sono voluti tre anni per ripagarlo. Ammettiamo che all'epoca avevamo una grave crisi finanziaria e stavamo pensando di vendere la trama e liberarci dell'onere dei prestiti. Ma siamo riusciti a superare i problemi finanziari e dopo pochi anni abbiamo finalmente iniziato la costruzione.
Poiché allora i prestiti non erano disponibili come lo sono adesso, non volevamo contrarre debiti con la banca. Tuttavia, abbiamo preso in prestito da familiari e amici per iniziare i lavori di costruzione il prima possibile. Paweł e io eravamo consolati dal fatto che se la costruzione ci avesse gravato troppo, avremmo venduto metà della trama.
Si è scoperto che la casa è stata completata in meno di un anno, senza la necessità di vendere parte del terreno. Anche se dovevamo costruire in modo molto, molto economico e non siamo andati senza sacrifici, non rimpiangiamo le nostre decisioni.
Le nostre idee di risparmio
La nostra casa è piccola ed è stata costruita pensando a tre persone: noi e la nostra piccola figlia Julia.
Volevamo davvero che la forma e la disposizione dell'intero edificio consentissero la costruzione più economica possibile e, allo stesso tempo, la casa fosse il più funzionale ed economica possibile. Abbiamo rinunciato al seminterrato dell'edificio e all'attico. Inoltre non abbiamo costruito un garage separato, ma l'abbiamo tirato sotto il tetto in comune con la zona giorno. In questo modo è stato realizzato un semplice corpo di casa, coperto da un tetto a due falde. Per aromatizzare un po ', abbiamo aperto il portico anteriore, costruito un ricovero per attrezzi e attrezzature sportive sul lato e una terrazza sul retro dell'edificio.
Dopo lunghe consultazioni con professionisti, abbiamo deciso di avere una casa in legno. La tecnologia del legno ci ha convinto della velocità di costruzione e dei bassi costi e del fatto che un tale edificio può essere facilmente ampliato in futuro. Abbiamo trovato un'azienda che costruiva case di legno solide ed economiche e … la macchina ha iniziato a muoversi.
Abbiamo curato in modo particolare i lavori eseguiti in fase di coibentazione e coibentazione dell'edificio. Il primo inverno dopo il trasloco ha mostrato che le pareti della casa a un piano - fatte di tronchi di 8 cm di spessore, unite con una battuta, protette dall'interno con una lamina antivento e poi isolate con uno strato di lana minerale (15 cm) - sono sufficientemente calde. Siamo inoltre lieti che le pareti dal lato interno siano state rifinite con pannelli di legno, sotto i quali sono state attaccate pellicole permeabili al vapore: non sono solo calde, ma anche facili da curare. L'unico inconveniente della casa sono le finestre. Ne abbiamo installato uno economico, di tipo scatolare, in modo da non aumentare i costi di costruzione di altre diverse migliaia.Abbiamo programmato la loro sostituzione nei prossimi anni, dopo il trasloco. Per fortuna abbiamo già sostituito la grande finestra del terrazzo, dove c'erano le maggiori perdite di calore. L'edificio è inoltre ben coibentato con uno strato di lana minerale di 20 cm posato su soffitti in legno e uno strato di polistirolo di 10 cm nel solaio di fondazione.
I soldi non sono poi così male La
posizione della casa, a 35 m di profondità nel terreno, ha inoltre aumentato i costi delle utenze. Dovevamo procurarci l'elettricità, qualunque cosa accada. Un collegamento lungo 120 m ci è costato tanto, fino a 12mila …
Ci è voluto del tempo per perfezionare l'impianto di riscaldamento. La rete del gas più vicina è a più di 300 m da casa nostra, quindi ci siamo subito dimessi dal collegarla.
Per i primi due anni abbiamo riscaldato la casa con stufe elettriche - convettori - e un caminetto con focolare aperto. Tuttavia, ci siamo subito resi conto che questa non era una soluzione favorevole. Mensilmente in inverno pagavamo diverse centinaia di zloty per l'elettricità e bruciare in un caminetto aperto era uno spreco di legna piuttosto che una fonte economica di calore. La legna bruciava molto velocemente, dava calore per poco tempo e solo nelle immediate vicinanze del camino. Durante l'inverno abbiamo utilizzato 15 m3 di legna per oltre 2000 e abbiamo pagato caro anche l'elettricità. Quindi abbiamo dovuto fare qualcosa in fretta. Abbiamo deciso di ricostruire il caminetto e installare un inserto in ghisa con un sistema di tubi che distribuiscono il calore ad altri ambienti. Il cambiamento è stato colossale.Le bollette mensili dell'elettricità sono state ridotte di oltre la metà in inverno, anche se abbiamo lasciato uno scaldabagno elettrico e una grande stufa elettrica in bagno. Ora utilizziamo anche la metà della legna: un massimo di 10 m3 negli inverni rigidi e fino a otto negli inverni più miti. I costi del riscaldamento domestico scenderanno ulteriormente quando finiremo di sostituire le finestre. Questa è la nostra priorità quando si tratta di investimenti per il prossimo futuro.quando finiamo la sostituzione delle finestre. Questa è la nostra priorità quando si tratta di investimenti per il prossimo futuro.quando finiamo di sostituire le finestre. Questa è la nostra priorità quando si tratta di investimenti per il prossimo futuro.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Giardino giapponese - e-giardini

Il giapponese, sobrio e prudente per natura, crea un giardino secondo il principio: conoscere, riflettere e rifinire i dettagli. Non c'è spontaneità qui.…

Terrazza verde - e-giardini

Se la vista poco interessante dalla finestra non ti incoraggia a rilassarti sul balcone, è sufficiente creare uno schermo pittoresco.…

Un angolo fiorito - e-garden

Trasformiamo il luogo trascurato accanto alla fattoria in un angolo colorato che decorerà la zona d'ingresso della casa e amplierà il giardino.…

Sconto arbusto - e-giardini

Lo sconto con tulipani arancioni, gialli e rossi è un'ottima proposta per rallegrare l'inizio della stagione…